Ponteggio crollato: Costiera chiusa per almeno due settimane (LE ALTERNATIVE)

60 giorni di prognosi per l'operaio precipitato da 5 metri. Responsabili del cantiere indagati dalla Procura. Disagi al traffico

La tragedia sfiorata per il crollo del ponteggio allestito nei presis della galleria naturale della Costiera, che poteva costare la vita a un operaio dominicano di quarantadue anni, rischia di bloccare e congestionare il traffico di alcune vie cittadine per diverso tempo. Si parla infatti di almeno due settimane di chiusura della strada che collega Sistiana a Trieste. 

L'incidente 

J.B.P., l'operaio 42enne, domenica è precipitato da circa cinque metri assieme al materiale e all'impalcatura collassati sull'asfalto. Nonostante la caduta e lo schiacciamento, l'uomo è fuori periolo ricoverato a Cattinara, ma ne avrà per almeno 60 giorni a causa del trauma toracico, uno vertebrale e fratture multiple. 

Il sequestro e l'indagine

Fin da subito il cantiere è stato posto sotto sequestro dalla magistratura: nel mirino inevitabilmente la società che aveva in appalto i lavori per conto di Fvg Strade, la Geoprotecion srl di Tolmezzo, e i suoi responsabili accusati di lesioni colpose. Il pm Tripani affiderà ora la perizia tecnica a un consulente specializzato per risalire alle cause del crollo del ponteggio. Finchè la zona sarà sotto sequestro, la piattaforma non potrà essere sistemata e quindi la strada resterà chiusa. 

Il vertice in Prefettura

Un presidio 24 ore su 24 di Fvg strade con proprio personale nelle principali direttrici della viabilità e un monitoraggio costante dei flussi del traffico per ridurre al minimo il disagio causato dalla chiusura della strada Costiera. Sono queste le principali decisioni assunte durante il Comitato operativo per la viabilità, in Prefettura a Trieste. Per ridurre il più possibile l’impatto sulla vita dei pendolari e dei turisti abituati a percorrere la Costiera, il tavolo ha stabilito una serie di dispositivi e di misure per mettere in sicurezza l’area e al contempo assicurare i collegamenti. La polizia stradale assicurerà vigilanza e controllo nella zona. Si è deciso tra l’altro, l’implementazione del ricorso all’elisoccorso al fine di velocizzare gli eventuali trasferimenti di malati gravi.

Per agevolare gli spostamenti degli automobilisti e dei turisti stranieri gli uomini di Fvg strade installeranno dei presidi fissi, dislocati nelle principali strade, e forniranno indicazioni per la viabilità alternativa, mentre la chiusura del tratto costiero sarà segnalata già sul tratto autostradale, grazie all’utilizzo dei pannelli a messaggio variabile, per permettere a coloro che sono diretti a Trieste di poter usufruire delle uscite più comode a seconda della destinazione. Una deroga al divieto di utilizzo della strada Costiera è stata stabilita per i residenti.

Un nuovo comitato per la viabilità per fare il punto della situazione, si terrà il prossimo 9 novembre in Prefettura.

Le alternative e il traffico

Inutile sottolineare che la chiusura della strada Costiera comporterà notevoli disagi al traffico cittadino in discesa dall'altipiano. Già ieri alcune vie come strada del Friuli (con gretta e via Udine) si sono intasate di veicoli di pendolari diretti a lavoro. Il consiglio di Fvg Strade e Polizia locale di Trieste è quello di sfruttare al massimo la Grande viabilità triestina (Gvt): l'uscita di Prosecco è quella più gettonata, ma comporta poi un incremento di traffico sul quadrivio di Opicina e via Commerciale (con intasamento di via Pauliana e di via Rittmeyer), ma anche via Fabio Severo; l'alternativa da Prosecco è quella di scendere strada del Friuli, ma anche qui, l'ingorgo è garantito con l'avvicinamento a Gretta e via Udine. Disagi anche a Santa Croce con le auo che salivano e scendevano sul tratto di strada Costiera percorribile (ossia quello precedente la galleria Naturale). 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Ricetta cheesecake ai frutti di bosco, il dolce estivo da provare

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Euro 6, le novità sulle vetture di nuova immatricolazione

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Malore fatale per un operaio nel cantiere di via San Michele

  • Una proposta di matrimonio "da film" al cinema Nazionale

  • Malore in spiaggia, bambina finisce al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento