Pronto Soccorso: oltre 160 pazienti al giorno, Asugi invita i triestini alla responsabilità

Registrata una prevalenza di codici di accesso bianco e verde (50% codici verdi, 25/30% codici bianchi e 20/25% codici giallo e rosso).

Foto Aiello

L'Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina invita la cittadinanza, per quanto possibile, ad un uso responsabile del Pronto Soccorso, grazie anche alla collaborazione dei medici di base che svolgono un’importante funzione di filtro per le patologie minori e per quelle croniche. In questi giorni il numero di accessi ai Pronto Soccorso si mantiene importante, anche se non ha mai raggiunto i livelli del periodo pre-Covid. Attualmente accedono ai Pronto Soccorso una media di 160-170 pazienti al giorno, con una prevalenza di codici di accesso bianco e verde (50% codici verdi, 25/30% codici bianchi e 20/25% codici giallo e rosso). È costante l’impegno del personale nel far rispettare le regole di sicurezza del percorso e di distanziamento tra gli utenti; tuttavia gli spazi non modificabili della struttura e il riscontro occasionale di tamponi positivi in pazienti assolutamente asintomatici, rendono quanto mai arduo garantire la sicurezza di tutti gli assistiti nelle sale d’emergenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento