rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Controlli sui bus per chi riceve il reddito di cittadinanza, i Cinque Stelle lanciano l'idea

La proposta arriva dal consigliere regionale Cristian Sergo, che cita il recente esempio di Bari

"Mentre in Friuli Venezia Giulia le aziende di trasporto si dichiarano impreparate alle nuove regole sul green pass, in altre città italiane già si attivano i Progetti utili alla collettività (PUC) per i percettori del Reddito di Cittadinanza per il rispetto delle norme sugli autobus”. Lo dichiara il capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale, Cristian Sergo. “L’esempio più recente e lampante è quello di Bari, dove si prevede di coinvolgere fino a 120 beneficiari del Reddito in un progetto per far rispettare le misure di sicurezza, il corretto uso delle mascherine, evitare gli assembramenti o i limiti di passeggeri sui mezzi pubblici” spiega Sergo.

“Lo abbiamo detto sin dall'inizio dell’emergenza e lo ribadiamo in vista dell’entrata in vigore delle nome sul super green pass – continua il capogruppo M5S -. Abbiamo circa 20000 percettori di Reddito di Cittadinanza in regione, molti sono tenuti a svolgere mansioni utili alla collettività per almeno 8 ore alle settimana, e i controlli sui bus sono un perfetto esempio di queste potenziali attività. Ma è necessario che aziende ed enti locali si attivino in questo senso, visto che dei 215 Comuni del Friuli Venezia Giulia, solo 15 hanno dato vita ai PUC – conclude Sergo -. Tra questi, ad esempio, non ci sono Trieste e Gorizia, e a Udine abbiamo già dimostrato come, nonostante le parole del sindaco, i beneficiari non rifiutano la partecipazione a questi lavori. Anzi, tra chi ha dato la propria disponibilità qualcuno è stato poi assunto a tempo indeterminato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli sui bus per chi riceve il reddito di cittadinanza, i Cinque Stelle lanciano l'idea

TriestePrima è in caricamento