Regeni, Fico in visita al Cairo: «Una situazione di stallo»

Nel frattempo organizzata una "ciclostaffetta" itinerante da Duino a Roma: 800 chilometri in bici per chiedere verità e giustizia

«Una situazione di stallo», quella descritta dal presidente della Camera Roberto Fico sul caso Regeni. Proprio per sbloccare l'impasse Fico si è recato al Cairo in visita ufficiale al capo di Stato egiziano Abdel Fattah Al-Sisi. «Questo è il punto dello Stato italiano e non arretreremo mai», ha detto Fico, comunicando la volontà (anche dell'opinione pubblica Italiana e della famiglia Regeni) di arrivare alla verità definitiva sul caso e all'esigenza di catturare gli «uccisori». Esplicita, infatti, l'idea del presidente della Camera, che punta a svelare «tutto il sistema che si muoveva dietro gli esecutori materiali». Per quanto riguarda i rapporti fra Italia ed Egitto, Fico li ha definiti «sempre complicati, poco sereni, tesi», e questo perché ci si ritrova «senza l'esito di un processo e la verità». 

"A Roma per Giulio"

Nel frattempo la Fiab Bisiachinbici di Monfalcone, insieme ad altre associazioni, organizza una "ciclostaffetta" itinerante da Duino a Roma per chiedere verità e giustizia per Giulio. Partenza prevista il 22 settembre dal Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico, frequentato da Regeni, e arrivo programmato a Roma il 3 ottobre. Qui gli "ambasciatori in bici" consegneranno alle Istituzioni una lettera dei genitori del ricercatore friulano.

La regione continua a chiedere verità

Le tappe

Sarà un viaggio di oltre 800 chilometri, che toccherà città come Pordenone, Portogruaro (Venezia), Padova, Ferrara, Bologna, Firenze, Grosseto e Tarquinia. Come ha dichiarato uno dei tre ciclisti che partiranno da Duino, Alessio Russi, ad Ansa Fvg, «A Roma ribadiremo che il nostro interlocutore non è l'Egitto, ma lo Stato italiano: la retorica si è sprecata e la situazione è peggiorata, bisogna passare ai fatti. Con chi sta lo Stato? Con il carnefice o la vittima?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Liceo Petrarca

L'evento è stato presentato in una conferenza stampa, promossa dal Liceo Classico Linguistico “Francesco Petrarca”, la scuola frequentata da Giulio, da Articolo 21, dall’UCSI (Unione Cattolica Stampa Italiana) assieme all’Ordine dei Giornalisti e all’Assostampa del Friuli Venezia Giulia. È stata anche presentata la foto che Paola e Claudio Regeni hanno donato all’istituto che «da sempre espone orgogliosamente lo striscione giallo ed è al fianco della famiglia e di tutti coloro che cercano verità e giustizia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ministro Speranza ha deciso: tampone obbligatorio per chi torna dalla Croazia

  • Tamponi al rientro dalle vacanze in Croazia: cosa dice l'ordinanza

  • Bonus da 600 euro, anche il consigliere regionale Franco Mattiussi tra i beneficiari

  • Rifiuta le sue avances e lui le sputa addosso: sconcerto in piazza Libertà

  • Nascondeva un arsenale da guerra in casa: arrestato 60enne a Muggia

  • Notte di San Lorenzo, ecco i 5 posti più belli dove ammirare le stelle cadenti a Trieste

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento