L'indagine della polizia locale / Altopiano Carsico / Località Trebiciano, 19

Scarica rifiuti in Carso per un anno: inchiodata dalle fototrappole

Una cittadina serba del 1976 è andata avanti a scaricare, dal maggio del 2022 fino ai primi mesi del 2023, una enorme quantità di rifiuti edili, conseguenza di demolizioni e lavori vari svolti da diversi operai. Arrivava la sera, scaricava e se ne andava. Tre gli episodi documentati, in totale sarebbero almeno cinque

TRIESTE - Prima di venire individuata dalle forze dell'ordine è andata avanti indisturbata a scaricare rifiuti nella zona di campo carri a Banne per circa un anno. Una cittadina serba nata nel 1976 e residente a Trieste (S.M. le iniziali fornite dalla polizia locale) se la caverà con 2000 euro di multa e l'obbligo di ripulire i luoghi a sue spese entro 15 giorni dalla notifica dei verbali. Soprattutto materiali edili, vetri, tubature, plastiche e molto altro, proveniente da demolizioni portate avanti da altri soggetti di sesso maschile all'interno di appartamenti e caniteri.

E' stata la polizia locale di Trieste, con l'ausilio del Corpo forestale regionale e dei carabinieri di Opicina, ad avviare una indagine per individuare i responsabili. Le fototrappole posizionate in diversi punti della zona hanno fornito un aiuto importante nell'operazione di individuazione. La donna agiva sempre in orari serali. Arrivava sul posto alla guida di un furgone, poi scaricava e se ne andava. Documentati tre abbandoni di rifiuti, ma il numero complessivo sarebbe di almeno cinque episodi. Nel caso in cui la donna non pulisse tutto entro 15 giorni, il Comune emetterà una ordinanza di pulizia alla quale seguirà, in caso di ulteriore inosservanza, una denuncia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarica rifiuti in Carso per un anno: inchiodata dalle fototrappole
TriestePrima è in caricamento