Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Via dell'Orologio

Coronavirus, la Regione fa dietrofront e chiede scuole chiuse

La richiesta dell'ultima ora è che il Governo inserisca nel DPCM in lavorazione la chiusura di scuole e università dal 2 all'8 marzo. Questo alla luce dei 5 contagi in FVG tra la serata di ieri e la mattina di oggi

"Rimangano chiuse scuole e università anche la prossima settimana" questa la richiesta del presidente della Regione Massimiliano Fedriga al Governo, affinché la misura sia inserita nel DPCM per l'emergenza Coronavirus. La risposta definitiva del Governo, e quindi il testo definitivo del decreto, saranno resi noti nelle prossime ore. Un netto cambio di marcia alla luce dei 5 contagi tra ieri sera e oggi in FVG, uno dei quali a Trieste. A partire da domani lunedì 2 marzo tutte le altre disposizioni limitative contenute nell'ordinanza precedente non avranno seguito, la chiusura non dovrebbe quindi essere valida per palestre, teatri e altri ambienti ricreativi.

Qui gli ultimi dati sui contagi in FVG

"È chiaro che il quadro è cambiato - ha dichiarato Fedriga in una conferenza stampa - le misure previste precedentemente adottate ppotrebbero essere troppo leggere alla luce dei nuovi dati. Personalità di carattere scientifico ci hanno confermato che le scuole sono ambienti ad alto rischio di contagio anche se i bambini non sono soggetti particolarmente a rischio possono trasmettere il virus a genitori e parenti. Alla luce dei nuovi dati ci aspettiamo una risposta dal Governo in tempi brevi". Hanno partecipato alla conferenza stampa anche gli assessori Pierpaolo Roberti (autonomie  locali) e Alessia Rosolen (lavoro, istruzione e università).

Coronavirus, l'Ordine dei medici: "Sintomi sospetti? Restate a casa e chiamate emergenza"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la Regione fa dietrofront e chiede scuole chiuse

TriestePrima è in caricamento