Cronaca

Dietrofront di Lubiana, sì al transito in Slovenia senza green pass

L'anticipazione la riporta Radio Capodistria che già nella serata di ieri aveva espresso forti dubbi sull'opportunità della decisione dell'esecutivo sloveno

Foto di repertorio

Ennesimo dietrofront dei governi nella gestione dell'emergenza sanitaria. In questo caso parliamo dell'esecutivo sloveno che, come riportato da Radio Capodistria, avrebbe ufficializzato "l'aggiunta dei viaggiatori in transito e degli operatori del trasporto internazionale tra le eccezioni" in merito alla possibilità di entrare nel territorio governato da Lubiana "senza passaporto sanitario", vale a dire il green pass. Una decisione che non fa altro che alimentare la grande confusione venutasi a creare negli ultimi giorni, con l'annuncio di nuove limitazioni per chiunque intendesse recarsi in Slovenia, entrata possibile esclusivamente in virtù di guarigione dal Covid (con certificato), tampone negativo e, per l'appunto, titolari di passaporto vaccinale. Ora invece il dietrofront, lasciando la possibilità ai viaggiatori di transitare sul territorio sloveno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dietrofront di Lubiana, sì al transito in Slovenia senza green pass

TriestePrima è in caricamento