Cronaca

Trieste si candida città creativa UNESCO con il suo patrimonio letterario

Ufficializzata la candidatura. Tra i progetti sono previsti itinerari culturali, uno spazio digitale nella biblioteca civica Hortis e una casa editrice

E' ufficiale: Trieste è in lizza per ottenere il riconoscimento di Città Creativa UNESCO per la Letteratura. Una candidatura portata avanti dal Comune che raccoglie diversi aspetti della nostra città e che intende valorizzare luoghi storici che i grandi letterati vissuti a Trieste hanno frequentato e dove è nata la loro ispirazione.  "Puntiamo a creare un filone di valorizzazione del turismo culturale. Si tratta quindi di un investimento utile a lungo termine che porterà benefici alla città con o senza titolo" ha dichiarato l'assessore Serena Tonel.

Una candidatura che prevede, tra i vari progetti presentati alla commissione, uno spazio digitale nella biblioteca civica Hortis per permettere di poter accedere a un vasto patrimonio letterario anche a distanza di chilometri e itinerari culturali con mappe e totem per le vie di Trieste nei luoghi frequentati dai grandi scrittori. Ma non solo, prevista anche una biblioteca a Melara disegnata da giovani e una casa editrice specializzata in ristampe e traduzioni di autori legati a Trieste.

Il verdetto arriverà a novembre 2019, nel frattempo lo sviluppo dei progetti dovrà essere sostenuto dai cittadini già da ora. Sono pertanto previste diverse campagne promozionali a sostegno della candidatura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste si candida città creativa UNESCO con il suo patrimonio letterario

TriestePrima è in caricamento