Ignora il divieto di ritorno a Trieste, nei guai giovane di 22 anni

Ennesimo episodio relativo all'inottemperanza del provvedimento. Ad essere denunciato questa volta è stato un giovane di origine marocchina che si trovava in piazza Goldoni. Solamente l'ultimo di una lunga lista di violazione del divieto

Piazza Goldoni, il luogo dove è stato fermato il giovane

Ennesimo episodio ieri sera in centro a Trieste per quanto riguarda il controllo di cittadini destinatari del divieto di ritorno sul territorio del Comune di Trieste. Solamente ieri 13 luglio infatti, la Squadra Volante della Questura di Trieste aveva fermato e identificato un 47enne di origine kosovara a cui non era permesso l'ingresso sul territorio nazionale. 

Ieri sera invece è toccato ad un cittadino marocchino di 22 anni che è stato fermato e identificato dalla Volante mentre si trovava in piazza Goldoni. N.E.M., queste le iniziali, è risultato "inottemperante al divieto di ritorno nel Comune di Trieste". Immediata la denuncia per il giovane nordafricano. Per quanto riguarda invece altre segnalazioni, una merita certamente di essere citata. 

Gli episodi eclatanti

Nella notte tra il 30 giugno e il primo luglio una lite scoppiata in Scala Santa ha richiesto l'intervento di una volante della Polizia. Gli agenti hanno quindi identificato in zona il cittadino afghano T.Y., di 23 anni scoprendo che si trovava a Trieste nonostante un provvedimento di divieto di ritorno nel comune e in quel caso, si è scoperto trattarsi della seconda denuncia per presenza sul territorio nonostante il divieto. Già il 26 giugno T.Y. era stato intercettato dagli uomini della Polizia ed era stato denunciato per una violenta rissa in piazza Goldoni. 

T.Y. di 23 anni, ora si trova in carcere dopo essere stato arrestato quattro giorni fa per aver rubato un cellulare ad un cittadino di origine bengalese nei pressi di piazza Libertà. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento