Politica

Regionali, Fedriga (Ln): «Abolire la riforma sanitaria e restituire dignità ai territori»

Il capogruppo alla Camera e segretario della Lega Nord Fvg Massimiliano Fedriga ha tracciato nel suo intervento a chiusura della festa provinciale a Trieste, le linee guida per il partito in vista delle prossime elezioni regionali

«Abolire la riforma sanitaria e restituire dignità ai territori». Il capogruppo alla Camera e segretario della Lega Nord Fvg Massimiliano Fedriga ha tracciato ieri, nel suo intervento a chiusura della festa provinciale a Trieste, le linee guida per il partito in vista delle prossime elezioni regionali.

«L'obiettivo della Lega - ha chiarito il deputato - non è alimentare personalismi su chi deve ricoprire questo o quell'incarico, bensì condurre una battaglia per affermare i principi e i programmi utili a costruire il Friuli Venezia Giulia di domani. Un progetto che poggia su due capisaldi: la sanità e il territorio».

«Abolire la sciagurata riforma Serracchiani-Telesca rappresenta un punto imprescindibile per migliorare i servizi ai cittadini: sul diritto alla salute non si scherza - ha ammonito Fedriga - e la politica dei tagli, imposta dal Partito Democratico, deve lasciare spazio a un sistema diverso, capace di stimolare una competizione virtuosa tra pubblico e privato nell'ottica del miglior utilizzo delle risorse." "Altro aspetto fondamentale è restituire ai territori la dignità sottratta loro dal Pd. Sostituire le Unioni Territoriali Intercomunali con enti eletti dai cittadini, nella logica del decentramento e della valorizzazione delle specificità, vuole così segnare una netta inversione di rotta rispetto al centralismo messo in campo dalla sinistra in questi anni».

«Non è tuttavia solo un problema di merito, ma anche di metodo. La principale colpa di Serracchiani - ha affondato il parlamentare leghista - non è stata infatti quella di essersi fatta promotrice di scelte politiche profondamente sbagliate, ma soprattutto di non essere tornata sui propri passi, riconoscendo gli errori, a seguito delle critiche avanzate dai cittadini». «Contrariamente alla sordità manifestata dalla sinistra, a partire da metà settembre - ha concluso Fedriga - visiterò ogni Comune del Friuli Venezia Giulia per ascoltare i problemi della gente e implementare, su loro mandato, il programma amministrativo regionale per il quinquennio 2018-2023».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Fedriga (Ln): «Abolire la riforma sanitaria e restituire dignità ai territori»

TriestePrima è in caricamento