menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Antonino Di Matteo a Muggia il 13 luglio, M5s: «Cittadinanza onoraria in ricordo di Falcone»

M5s Muggia: «Mozione urgente che impegni il sindaco Laura Marzi ad attivarsi per conferire la cittadinanza onoraria al magistrato»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Il prossimo 19 luglio saranno trascorsi 24 anni dalla strage di via d’Amelio in cui persero la vita il magistrato Paolo Borsellino e la sua scorta, della quale faceva parte anche il muggesano Walter Eddie Cosina. Per questa occasione il Comune di Muggia ha giustamente concesso il patrocinio all’evento “La strage di via D’Amelio: il difficile cammino verso la verità”, in programma al teatro Verdi di Muggia mercoledì 13 luglio 2016, alle ore 20.30, organizzato dalla sede del Friuli Venezia Giulia di “Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” e dalla segreteria regionale del Siulp (Sindacato italiano unitario dei lavoratori della Polizia), in collaborazione con laFondazione Libera Informazione.

«Vogliamo cogliere l'occasione della partecipazione all’evento di Antonino Di Matteo, per presentare una mozione urgente che impegni il sindaco Laura Marzi ad attivarsi per conferire la cittadinanza onoraria al magistrato che dal 1995 vive sotto scorta per le sue indagini sulle stragi di Mafia e sugli omicidi di Rocco Chinnici ed Antonino Saetta - annuncia il portavoce del MoVimento 5 Stelle al Comune di Muggia Emanuele Romano -. Con questa iniziativa vogliamo esprimere allo stesso tempo vicinanza e piena solidarietà al magistrato e rendere omaggio a tutti gli uomini simbolo di un Italia che con dedizione, impegno e senso del dovere portano avanti il proprio lavoro di ricerca della verità, nonostante le violente pressioni a cui sono sottoposti. Solidarietà già espressa dal MoVimento 5 Stelle Fvg con una mozione approvata all’unanimità dal Consiglio regionale».

«La cittadinanza onoraria di Muggia a Di Matteo ci sembra un atto dovuto - aggiunge Romano - visto che è ormai evidente che il Friuli Venezia Giulia non possa ritenersi immune dalle infiltrazioni di carattere mafioso. Speriamo che il Consiglio comunale mercoledì possa accogliere questa nostra proposta. Nel corso della seduta, tra i punti all’ordine del giorno, c’è anche una nostra interrogazione sui regolamenti cimiteriali. L’attuale regolamento comunale non consente infatti la sepoltura dei non residenti nel Comune. Questo non ha permesso che Luca Sussich, deceduto recentemente in un incidente stradale, venisse seppellito a Muggia come richiesto dalla madre. Siamo convinti – conclude il portavoce del M5S – che in alcuni casi sia doveroso anteporre i valori umani alla mera burocrazia».

Movimento 5 Stelle

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento