rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Bonus Bebè nati 2014, Rovis (Ncd): "Va erogato anche a loro, no a discriminazioni"

Paolo Rovis (Ncd) ha presentato ieri una mozione urgente: il Sindaco sensibilizzi la Regione o, in alternativa, provveda il Comune a sostenere le famiglie triestine.

«Una situazione ingiusta per le mamme e i papà di Trieste - e di tutto il Friuli Venezia Giulia - i cui figli hanno scelto di venire al mondo durante il 2014 -  ha constatato amaramente Paolo Rovis, consigliere Ncd in Comune di Trieste, che ieri ha incontrato un folto gruppo di genitori inopinatamente esclusi dall’erogazione del “Bonus Bebè». Lo rileva in una nota Paolo Rovis, consigliere comunale.

«Già - spiega Rovis - , perché a coloro nati fino al 31 dicembre 2013 oppure dopo il 1° gennaio 2015, la Regione FVG prima e il Governo poi, su iniziativa del ministro alla Salute Beatrice Lorenzin, hanno previsto che l’assegno di natalità venga normalmente corrisposto. Ma, “la giunta Serracchiani l'anno scorso decise, piuttosto a sorpresa, di non finanziare più tale misura. Togliendo, di fatto, un aiuto concreto importante, che le famiglie con neonati giustamente attendevano di ricevere. Nell'imminenza di tale iniqua abolizione, provai io a metterci rovis fb-2una pezza. Già un anno fa, con un emendamento al Bilancio del Comune di Trieste, chiesi che il Comune si sostituisse alla Regione, finanziando almeno in parte il contributo cancellato. I soldi c'erano e, tecnicamente, si poteva fare. Ma la maggioranza politica bocciò la mia proposta».

«Dal 2015 - sottolinea la nota-  in poi ha provveduto il Governo a far ottenere il beneficio alle famiglie con nuovi nati. Ma sono rimaste "scoperte", senza un cent, quelle il cui lieto evento è stato registrato nel corso del 2014. Quando, cioè, non operavano né la normativa regionale, né, ancora, quella statale. Una situazione ingiusta e discriminatoria. Così, il consigliere Rovis ha presentato ieri una mozione urgente: il Sindaco si attivi affinché la Regione provveda una tantum a erogare il Bonus Bebè ai nati nel 2014 oppure, se dovesse trovare sordità e rifiuto, il Comune faccia da sé la propria parte a tutela e supporto delle famiglie triestine».

«Un atto - conclude -  che considero dovuto e che dovrebbe stare a cuore a tutti. L'approvazione del documento sarebbe un gesto di concreto aiuto alle famiglie e un provvedimento di giustizia, affinché i bambini di tutte le mamme e di tutti i papà siano sempre figli e mai figliastri».

Mozione Bonus Bebè 300515-signed-2

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus Bebè nati 2014, Rovis (Ncd): "Va erogato anche a loro, no a discriminazioni"

TriestePrima è in caricamento