Politica

Burkini, Martini (Pd): «Ridicolo promuovere l'integrazione a colpi di ordinanze e di divieti»

Lo riferisce in una nota Fabiana Martini, capogruppo Pd in consiglio comunale

«Costumi da bagno e imprenditori della paura (quelli che il loro manifesto è il celodurismo e tirano fuori la parità uomo-donna solo quando gli torna comodo) Che si voglia promuovere l'integrazione a colpi di ordinanze e di divieti è semplicemente ridicolo. Se poi l'iniziativa è di chi non perde occasione per alimentare l'odio e l'intolleranza, il tutto diventa imbarazzante». 

Lo riferisce in una nota Fabiana Martini, capogruppo Pd in consiglio comunale.

«In realtà .- continua la nota - si tratta dell'ennesimo pretesto per ravvivare leggende metropolitane su una presunta invasione e una conseguente islamizzazione, pericoli infondati ma prospettati ad arte per tenere viva la miccia dell'insicurezza, l'unica - come sostiene Zygmunt Bauman - capace di rinsaldare il patto di comando-obbedienza tra governanti e governati e distogliere l'attenzione dai problemi reali».  FabianaMartini

«Sempre secondo Bauman - ancora -  e come abbiamo ampiamente sperimentato anche di recente "i profitti elettorali che si ottengono stabilendo un nesso di causa-effetto tra immigrazione e terrorismo sono troppo allettanti perché i concorrenti al gioco del potere vi rinuncino. Per chi decide è facile e conveniente partecipare ad un'asta sul mezzo più efficace per abolire la piaga della precarietà esistenziale, proponendo soluzioni fasulle come fortificare i confini, fermare le ondate migratorie, essere inflessibili coi richiedenti asilo..."». 

«Si continui pure - conclude -  con la propaganda, dunque, ormai ci siamo abituati, ma almeno non si tenti di nascondersi sotto un burkini!»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Burkini, Martini (Pd): «Ridicolo promuovere l'integrazione a colpi di ordinanze e di divieti»

TriestePrima è in caricamento