Sabato, 18 Settembre 2021
Politica

Cetin: «Nuovo Piano del Traffico, più pedonalizzazioni e meno inquinamento in centro»

È quanto afferma in una nota Cesare Cetin, consigliere comunale dell'Italia dei Valori: «Nuovo piano contiene novità di approccio a viabilità e a mobilità nel centro cittadino. Pedonalizzazioni hanno portato ovunque benefici plurimi come miglior qualità vita e meno inquinamento»

«E' necessario fare un po' di chiarezza sulla pedonalizzazione delle vie Imbriani e Mazzini, anche alla luce delle polemiche comparse sulla stampa locale ad opera di alcune categorie. Governare un ente significa fare delle scelte e assumersene la responsabilità. Il PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano) è uno degli strumenti di pianificazione più importanti per un'amministrazione, ma anche uno dei più divisivi, perché  trovare punti di equilibrio tra interessi confliggenti non è sempre semplice». È quanto afferma in una nota Cesare Cetin, consigliere comunale dell'Italia dei Valori.

«Il  Piano del traffico del Comune - prosegue Cetin - contiene delle novità di approccio alla viabilità e alla mobilità nel centro cittadino, avvicinando Trieste a modelli virtuosi in Italia e in Europa. Le pedonalizzazioni hanno portato ovunque dei benefici plurimi: miglior qualità della vita, meno inquinamento, rilancio economico di interi quartieri. Questi sono dati incontrovertibili, e rappresentano le premesse per le scelte operate in tal senso dalla Giunta. Consapevole altresì che un'applicazione totale e immediata del Piano del Traffico avrebbe potuto provocare disagi alla cittadinanza, quest'amministrazione comunale ha saggiamente optato per una sua attuazione graduale, con iniziale chiusura al traffico delle vie Imbriani e Mazzini nei week end per un periodo di un anno. E' curioso che le polemiche emergano solo adesso, quando per i primi mesi di sperimentazione non si sono registrate particolari rimostranze, se non in alcuni giorni critici e per casi spesso eccezionali (ad esempio in concomitanza con manifestazioni politiche non autorizzate)».

«La maggioranza della cittadinanza – quella forse meno organizzata e più silenziosa - apprezza il centro chiuso al traffico - conclude Cetin - , perché la città così è oggettivamente più bella e attrattiva, anche in chiave turistica. E le categorie che si lamentano dei disagi pensino a com'era via San Nicolò prima della sua pedonalizzazione e a tutte le polemiche che ne accompagnarono la chiusura. Oggi la via San Nicolò è una delle strade più  vive ed eleganti del centro, e nessuno la vorrebbe nuovamente aperta al traffico. Il dialogo con tutte le categorie è doveroso, e non mancherà di certo. Ma non deve essere un pretesto per fare retromarcia su scelte coraggiose fatte dall'amministrazione comunale e che proiettano finalmente questa città nel futuro. In quest'ottica sarà necessario un definitivo chiarimento in maggioranza».

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cetin: «Nuovo Piano del Traffico, più pedonalizzazioni e meno inquinamento in centro»

TriestePrima è in caricamento