Politica

Ddl Cirinnà, Grim (Pd) «Tanto rumore per nulla, non previste nè adozioni gay nè utero in affitto»

Lo rielva Antonella Grim, segretaria regionale del Pd, in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook personale.

«In questi giorni il DDL CIRINNA' è sotto la luce dei riflettori e purtroppo la confusione, spesso volutamente creata dal centrodestra, non manca. Quindi facciamo chiarezza, partendo da due concetti fondamentali. UTERO IN AFFITTO E ADOZIONI GAY NON ESISTONO: il testo non li prevede. Sono solo invenzioni ad hoc di chi vuole strumentalizzare a tutti i costi il tema e confondere le persone: tipico metodo del centrodestra che, soprattutto in materia di diritti civili, frena una normale, quanto necessaria, modernizzazione del Paese, che a livello europeo è fanalino di coda».

Lo rileva Antonella Grim, segretaria regionale del Pd, in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook personale. 

«Tanto rumore si fa attorno alla cosiddetta STEPCHILD ADOPTION, termine complicato che indica una cosa molto semplice: se una persona ha già un figlio, il partner può chiederne l’adozione. Semplice. Civile.  La cosa riguarda pochi casi in Italia, ma è non possiamo dimenticarli e fare finta che non esistano: quando si governa, si governa per tutti. La stepchild adoption è da tempo realtà in molti Paesi europei e noi, come spesso accade in tema di diritti civili, siamo tra gli ultimi».

«Mi auguro che sul tema delle unioni civili il PD AVRA' IL CORAGGIO DI RESTARE UNITO, di portare avanti un testo corretto, equilibrato, completo, che finalmente dà chiarezza in un campo delicatissimo. Lasciare le persone e gli amministratori in balia del caos normativo per paura di scegliere è un errore che non possiamo più permetterci».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ddl Cirinnà, Grim (Pd) «Tanto rumore per nulla, non previste nè adozioni gay nè utero in affitto»

TriestePrima è in caricamento