menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"No a Dipiazza?", Rovis (TP): «Forza Italia e Lega migliori alleati di Cosolini e Pd»

Duro il capogruppo appunto di Trieste Popolare dopo il "no" all'alleanza con l'ex sindaco Roberto Dipiazza da parte in particolare degli esponenti politici di Forza Italia e Lega Nord, soprattutto dopo la "benedizione" di Angelino Alfano la scorsa settimana a Trieste in veste di ministro dell'Interno

«Innanzitutto, solidarietà umana da "Trieste Popolare" al mio amico Roberto Dipiazza: coloro i quali oggi lo attaccano con livore sono peraltro le medesime persone che a lui devono politicamente moltissimo». Duro Paolo Rovis, capogruppo appunto di Trieste Popolare in Consiglio comunale, dopo dopo il "no" all'alleanza con l'ex sindaco Roberto Dipiazza da parte in particolare degli esponenti politici di Forza Italia e Lega Nord, soprattutto dopo la "benedizione" di Angelino Alfano la scorsa settimana a Trieste in veste di ministro dell'Interno.

«Roberto sta lavorando, con generosità e buona fede, per costruire il medesimo schema di unità inclusiva che ha consentito a Brugnaro di amministrare Venezia e a Toti di governare in Liguria - spiega Rovis -. Pure in Lombardia, tutto il centrodestra, da Romani (FI) a Lupi (AP), da Maroni (LN) a La Russa (FdI), sta dialogando proficuamente per provare a vincere, ampio e unito, a Milano. Solo a Trieste, invece, Lega Nord e Forza Italia boicottano con ostinazione l’unico, semplice modello già dimostratosi vincente e l'unico candidato in grado di rappresentarlo, la spiegazione è una sola. Lega Nord e Forza Italia vogliono perdere le elezioni a Trieste, esattamente come vollero regalare la città alla sinistra nel 2011».

«Oggi, a Trieste, i migliori alleati di Cosolini e del Pd si chiamano Lega Nord e Forza Italia - ironizza il capogruppo di Trieste Popolare -. Non ne conosco e non ne capisco i motivi, ma spero trovino il coraggio di svelarli. Non certo a me, ma ai Triestini loro elettori cui stanno consapevolmente rifilando, ancora una volta, uno sgradevole pacco-regalo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento