Politica

Regionali, Grim (Pd): «Pronta bozza del nostro programma mentre il centrodestra sfoglia la margherita»

In Assemblea sono state discusse le prime linee programmatiche ed è stato approvato il regolamento per le candidature

«Mentre a centrodestra sfogliano la margherita noi abbiamo declinato gli assi portanti del  programma, perché per noi il Fvg conta: non è l’ultima fetta di torta da spartirsi dopo le politiche». Lo afferma la segretaria regionale del Pd Fvg, Antonella Grim, intervenuta ieri sera in Assemblea regionale a Udine, per discutere di candidature e di programma per le elezioni regionali del 29 aprile.
L’intervento di Grim si è focalizzato in particolare su tre punti programmatici, che sono «i tre assi portanti sui quali poggerà il programma del Pd, che sarà costruito e condiviso con il candidato presidente Sergio Bolzonello. Innanzitutto dobbiamo rafforzare il ruolo internazionale del Fvg come regione europea. Poi fondamentale sarà puntare sulla partecipazione: la sfida della sperimentazione di nuove modalità di partecipazione dei cittadini ai processi di costruzione delle politiche pubbliche e delle scelte collettive».

«È un’idea - prosegue - che non annulla la responsabilità politica delle Istituzioni rappresentative, ma che agisce per rafforzarne qualità, efficacia, livello di consenso. Chiederò di inserire lo strumento del dibattito pubblico regionale prima dell’inizio della realizzazione di grandi opere pubbliche, certamente quelle di valore molto elevato. Infine, il terzo punto: tutte le scelte regionali andranno lette attraverso l’attenzione a uno sviluppo, economico e sociale, sostenibile e integrato. Che declini ogni scelta nel senso delle priorità ambientali e sociali, perché nessuno deve restare indietro. Dentro ad una assoluta priorità: il lavoro. È all’interno di questa cornice – sottolinea Grim - che stiamo declinando idee e proposte dettagliate per continuare quando realizzato in questi anni, facendo ancora meglio e facendolo insieme».

Durante l’Assemblea sono state anche approvate le procedure di formazione delle liste Pd per il Consiglio regionale, presentate dal presidente dell’Assemblea Salvatore Spitaleri. Il meccanismo della formazione delle liste poggia su tre passaggi. Primo: la presentazione, entro il 9 marzo, della candidatura a consigliere con sottoscrizione di un numero di iscritti che varia dai 20 ai 40 a seconda dei collegi. Secondo: la formazione delle liste da parte delle Assemblee provinciali, collegio per collegio, entro il 14 marzo. Terzo: l’approvazione definitiva entro il 18 marzo delle liste da parte dell'Assemblea regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Grim (Pd): «Pronta bozza del nostro programma mentre il centrodestra sfoglia la margherita»

TriestePrima è in caricamento