Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Il Pd chiude la campagna con 250 iniziative. Serracchiani: «Unici ad andare in luoghi dove nessuno andava»

Grim: «Grazie a Pd su Fvg investimenti eccezionali, non rimettere regione all’angolo»

foto @kornfeind

«È stata una campagna elettorale appassionata, sincera, molto legata al territorio.‎ Siamo stati gli unici ad aver fatto campagna elettorale, gli unici ad andare in luoghi dove nessuno andava. L'appello che faccio al Partito democratico è di non dimenticare tutti i luoghi in cui siamo stati perché c'è bisogno di riavvicinare la politica ai cittadini‎ e i cittadini alla politica. E non dobbiamo commettere l'errore di illudere e poi di deludere». Lo ha detto Debora Serracchiani, intervenendo oggi a Trieste alla chiusura della campagna elettorale nel capoluogo giuliano. «Noi ci abbiamo messo faccia e scarpe - ha continuato - altri hanno‎ ripetuto slogan nazionali e fatto attacchi personali. Etica e correttezza devono essere la cifra di una campagna elettorale, chi non se la sente rinunci e resti a casa».

Ricordando poi di «aver avuto la fortuna di collaborare con Gentiloni‎, un presidente che abbiamo apprezzato ‎per la fermezza e il coraggio con cui sta guidando il Paese fuori da un passaggio estremamente difficile», Serracchiani ha detto di ‎voler «portare a Roma le competenze e le relazioni acquisite in regione. Per noi il Parlamento non è un premio di consolazione».

«Non possiamo permetterci che il Friuli Venezia Giulia torni all’angolo: lo abbiamo rimesso al centro di investimenti eccezionali e abbiamo dato alla nostra regione un rilievo nazionale ed europeo che prima, per colpa del centrodestra, aveva perduto. Domenica possiamo scegliere se continuare ad avere un Governo che investe su Porto Vecchio e Miramare, sui nostri porti e su Aquileia, sui corridoi europei e la scienza, o meno». Ha detto poi la segretaria regionale del Pd Fvg, Antonella Grim, invitando a sostenere un Pd «che è l’unico ad aver governato in un momento difficilissimo agganciando la ripresa e realizzando cose concrete, dopo che altri, per vent’anni, hanno ripetuto promesse senza rispettarne nemmeno una». L’appello al voto chiude una campagna elettorale che in Fvg ha visto impegnati il partito a tutti i livelli e i candidati con oltre 250 iniziative, tra incontri pubblici, visite alle aziende, confronti con sigle sindacali e associazioni, incontri con i cittadini in piazze, mercati e realtà locali.

«La nostra – osserva Grim - è stata una campagna elettorale sulle proposte, sui contenuti, tra la gente. La manipolazione della realtà la lasciamo ad altri. Noi ci concentriamo sullo stipendio minimo legale, sull’estensione degli 80 euro alle partite Iva, sulle agevolazioni fiscali per le assunzioni a tempo indeterminato, solo per citare alcuni esempi di una proposta programmatica seria e realizzabile, incentrata su lavoro e diritti. Chiediamo ai nostri concittadini di scegliere questa Italia e non quella degli slogan farlocchi».

«Un ringraziamento sentito – conclude Grim – a tutti coloro che in questa campagna elettorale hanno dato l’anima per battere il territorio palmo a palmo, in particolare ai candidati, che sono stati sui territori parlando con le persone di cose concrete, e ai tanti volontari che hanno dato un contributo prezioso e insostituibile».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd chiude la campagna con 250 iniziative. Serracchiani: «Unici ad andare in luoghi dove nessuno andava»

TriestePrima è in caricamento