rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Movimento 5 Stelle; Consiglio Comunale, Regole da Cambiare

Pubblichiamo una nota stampa dei consiglieri comunali Paolo Menis e Stefano Patuanelli del Movimento 5 Stelle Dall'inizio della presente consiliatura, i consiglieri comunali hanno presentato, al 13/01/2010, complessivamente 137 mozioni. Di queste...

Pubblichiamo una nota stampa dei consiglieri comunali Paolo Menis e Stefano Patuanelli del Movimento 5 Stelle

Dall'inizio della presente consiliatura, i consiglieri comunali hanno presentato, al 13/01/2010, complessivamente 137 mozioni. Di queste:

- 20 sono state ritirate - 5 respinte dall'Aula - 15 fatte proprie dalla Giunta - 4 accolte dalla Giunta come raccomandazioni - 12 accolte dal Consiglio comunale

Sono inevase ancora 81 mozioni.

L'aspetto più preoccupante, però, risiede nella totale inadempienza di questa Giunta rispetto a quanto previsto dal secondo comma dell'art. 72 del Regolamento per il funzionamento del consiglio comunale. Esso prevede, infatti, che entro 45 giorni dall'approvazione di una mozione o di un ordine del giorno, la Giunta debba comunicare alla Conferenza dei Capigruppo le deliberazioni e le direttive adottate in attuazione degli impegni presi. Tutto ciò non è mai avvenuto.

Vi sono quindi due elementi molto molto critici nella trattazione delle mozioni: da un lato non si rispettano tempi (il Regolamento prevede 30 giorni dalla presentazione per la loro trattazione in aula, mentre vi sono mozioni presentate a fine giugno non ancora trattate neppure in commissione), dall'altro la Giunta non mette in campo le azioni conseguenti agli impegni presi, nel silenzio completo degli altri consiglieri.

E' per questo motivo che il nostro gruppo ha deciso di sospendere la presentazione di mozioni, salvo casi di urgenza, finché non sarà ristabilita la legalità e il rispetto del regolamento.

Considerata questa situazione il moVimento 5 stelle ha deciso di lavorare su alcune proposte di delibera:

1- istituzione registro per le dichiarazioni di fine vita

2- indirizzi e criteri per le nomine di competenza del Sindaco

Registro per le dichiarazioni di fine vita

E' giunto il momento che anche questo Comune si doti di un registro per le dichiarazioni di fine vita. Siamo consapevoli del vuoto legislativo nazionale su questa materia ma siamo convinti che l'ente locale possa, anzi debba, istituire un registro per accogliere le dichiarazioni sui trattamenti sanitari di fine vita. Come dice una nota dell'Anci del 27 novembre 2010, "L'azione svolta da alcuni Comuni con l'istituzione di questi registri si fonda sulla volontà di offrire una risposta ad una diffusa domanda sociale di poter dare un rilievo esterno, anche solo simbolico, a manifestazioni di volontà".

Nomine

L'art. 78 del regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale prevede che "Nella seduta successiva all'insediamento, il Consiglio comunale adotta la delibera concernente la definizione degli indirizzi di carattere generale e dei criteri cui il Sindaco deve attenersi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende ed Istituzioni".

Su questo punto il Consiglio comunale è inadempiente da giugno e tale delibera non è stata ancora messa in calendario. Visto che dalla maggioranza, fatta eccezione per Idv, non arriva nessun segnale in tal senso, sarà il moVimento 5 stelle a proporre in Consiglio l'approvazione di tale delibera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movimento 5 Stelle; Consiglio Comunale, Regole da Cambiare

TriestePrima è in caricamento