Politica

Parlamento, dai "5 stelle" al "Gruppo misto" e ora alle "Autonomie": «Per aiutare la mia Regione»

10.03 - Il senatore triestino Lorenzo Battista spiega il perché della sua decisione

Il senatore triestino Lorenzo Battista, espulso dal Movimento 5 Stelle insieme ad Alberto Orellana, Francesco Campanella e Fabrizio Bocchino a seguito di una votazione on line indetta da Beppe Grillo in seguito alle dichiarazioni e critiche dei quatto dopo l'incontro tra il loro leader con Matteo Renzi, aveva deciso di passare al Gruppo misto.

Venerdì scorso però è arrivata l'ufficialità dell'adesione di Battista al Gruppo per le Autonomie. Queste le sue parole per chiarire la sua decisione: «Ai primi di marzo credevo, forse un po’ ingenuamente e troppo ottimisticamente, che con i miei colleghi non più M5S si sarebbe potuto formare un gruppo parlamentare. Purtroppo nel corso dei mesi questa ipotesi è diventata sempre più impraticabile per dinamiche di cui non voglio parlare ma abbastanza facilmente intuibili. La permanenza nel gruppo Misto non era il percorso ottimale per la mia attività. Il singolo parlamentare non ha alcuna possibilità di dare seguito alle proprie iniziative e ritengo fondamentale il supporto di un gruppo. Ho chiesto di aderire al Gruppo per le Autonomie - e sono ben lieto che la mi richiesta sia stata accolta favorevolmente - per meglio poter dare risposta alle necessità dell’autonomia della mia regione e della mia città».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parlamento, dai "5 stelle" al "Gruppo misto" e ora alle "Autonomie": «Per aiutare la mia Regione»

TriestePrima è in caricamento