Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Patto Padoan-Serracchiani, Lauri (SEL): «Aumentano risorse regione di 350 mln in 3 anni»

«Ampliamento capacità di spesa della Regione di 320 milioni di euro in 4 anni, aumento risorse finanziarie di 350 milioni in 3 anni, effetti concreti del patto Padoan-Serracchiani», afferma il capogruppo di Sel in regione Giulio Lauri

«Un buon assestamento che dà gambe alle riforme e che permette di mettere in campo politiche nuove come quelle per l'Ambiente. I 288 milioni di euro a disposizione, con 47 milioni in più per la spesa corrente, certificano un bilancio quantitativamente in espansione. Quanto
alla qualità del bilancio, essa è emersa con chiarezza nella relazione della Corte dei conti sul giudizio di parificazione della Regione, ed è lusinghiero. Il debito è dimezzato, ma soprattutto, vi si afferma che il patto Serraccchiani - Padoan produce effetti finanziari che hanno un valore positivo». 

Ad affermarlo è stato il capogruppo di Sel Giulio Lauri nel corso della discussione generale sulle variazioni di bilancio.

«Un ampliamento della capacità di spesa della Regione di 320 milioni di euro in 4 anni; un aumento delle risorse finanziarie di 350 milioni di euro in 3 anni; il recupero di crediti pregressi di 155 milioni di euro per il 2015. Sono questi gli effetti concreti del patto Padoan-Serracchiani - ha continuato Lauri rispondendo alle opposizioni - che ci permettono di affrontare un assestamento di bilancio con 47 milioni in più rispetto all'anno scorso. Innanzitutto intervenendo sulle attività produttive ed il lavoro con 25 milioni in più. Dando poi
gambe a importanti riforme: quella degli enti locali, quella della sanità e l'avvio di quella del welfare. E, infine, permettendoci di avviare politiche nuove valorizzando l'ambiente, con 5 milioni per la prevenzione delle calamità naturali, del dissesto idrogeologico e 3 per le bonifiche di discariche e siti inquinati».

«L'assestamento uscirà dall'Aula meglio di come è entrato: abbiamo dato una risposta normativa importante agli educatori delle cooperative sociali che rischiavano di non vedere più riconosciuti anni di esperienza lavorativa e abbiamo aumentato le risorse per la cooperazione internazionale allo sviluppo».

«Altro che una manovra ordinaria, quindi - ha aggiunto il consigliere replicando a Colautti -. Quanto alle critiche delle altre opposizioni, quelle alle poste puntuali sono poca cosa. Riguardo a quelle aggiunte dal Consiglio, si tratta solo di 70 mila euro, pari allo 0,02% della manovra».

«La difesa della specialità, resta un caposaldo irrinunciabile - ha concluso Lauri rivolgendosi a Martines - ma se vengono avanti nuove architetture più centraliste e nuovi assetti istituzionali, dobbiamo essere pronti e preparati anche a soluzioni alternative che possono tornare a vantaggio di tutta la Regione. Così come mi sembra chiaro, dopo l'esperienza della Grecia, che le politiche di rigore europee vanno cambiate, e che le forze progressive debbano chiedere insieme con forza di premere perché l'Europa cambi direzione».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patto Padoan-Serracchiani, Lauri (SEL): «Aumentano risorse regione di 350 mln in 3 anni»

TriestePrima è in caricamento