menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pdl su Farmacie: "Inesattezze nelle Delibera dell'Ass. Famulari"

Riceviamo dall'ufficio stampa Pdl e pubblichiamo:FARMACIE : INESATTEZZE NELLA DELIBERA DELL’ ASS. FAMULARI, IL PDL CHIEDE L’INTERVENTO DEL SEGRETARIO GENERALE DEL COMUNEIL SINDACO SI ATTIVI IN PRIMA PERSONA E FACCIA CHIAREZZALA PROVOCAZIONE DI...

Riceviamo dall'ufficio stampa Pdl e pubblichiamo:

FARMACIE : INESATTEZZE NELLA DELIBERA DELL' ASS. FAMULARI,
IL PDL CHIEDE L'INTERVENTO DEL SEGRETARIO GENERALE DEL COMUNE
IL SINDACO SI ATTIVI IN PRIMA PERSONA E FACCIA CHIAREZZA
LA PROVOCAZIONE DI DUBS: DELEGA AL SOCIALE ALLA COGLIATTI DEZZA
Ai consiglieri pidiellini della circoscrizioni non sono proprio andate già le dichiarazioni dell'Assessore Famulari apparse domenica 6 maggio sugli organi di stampa locale sicuramente non hanno digerito tutto l'iter con cui la Giunta è arrivata all'indicazione delle nuove farmacie.

Roberto Dubs, Alberto Polacco, Francesco Bettio, Gianluigi Pesarino Bonazza e Lucrezia Chermaz, quest'ultima su delega del suo capogruppo Michele Babuder, annunciano di spedire oggi stesso una richiesta di chiarimenti su tutta la procedura direttamente al Segretario Generale del Comune.

Per i capigruppo del PDL nelle circoscrizioni infatti nella delibera votata dalla Giunta il 23 aprile (la n. 152) sussistono delle evidenti anomalie ed incongruenze che potrebbero favorire l'impugnazione del provvedimento presso il TAR.

Nella delibera sulle farmacie infatti si fa esplicito riferimento ad un parere favorevole delle circoscrizioni, "nessuno ha mai votato alcun parere su questa delibera - affermano con fermezza i pidiellini - è grave che venga attribuito a quesi 130 consiglieri eletti nelle sette circoscrizioni un voto che NON hanno mai espresso ! "

L'unico atto fatto dall'assessorato nei confronti dei parlamentini è stata una mail informale inviata ai presidenti in cui si chiedevano indicazioni per l'insediamento delle nuove farmacie: nessuna richiesta ufficiale di parere, nessuno ordine del giorno con la delibera delle farmacie, nessuna votazione. Una mail che è stata curiosamente inviata a ridosso del weekend e delle festività di Pasqua impedendo di fatto anche agli stessi presidenti un approfondimento della questione.

Per quanto riguarda la V Circoscrizione il capogruppo PDL Roberto Dubs, che ha anche presentato una mozione per impegnare il Sindaco a fare chiarezza, ricorda come nonostante la procedura frettolosa del Comune " la nostra Presidente ha inviato comunque una mail ricordando all'assessore che cittadini e associazioni chiedono da anni una farmacia nella zona della ex Maddalena- spiega Dubs- l'assessore non è ha tenuto minimamente conto affermando che era una segnalazione generica e arrivata troppo tardi".

Dubs però ha in mano la mail incriminata in cui a differenza di quanto affermato dalla Famulari risultano ben esplicitati i motivi per cui è necessaria una farmacia in zona ex-Maddalena, inoltre la mail è datata 11 aprile, quindi ben 12 giorni prima dell'approvazione della delibera.

Sull'operato dell'Assessore Famulari, che non è nemmeno riuscita trovare le 1045 firme di cittadini depositate in comune nel 2010, il consigliere Dubs sembra non aver dubbi : " probabilmente non gradisce frequentare i rioni popolari della città, visto che della problematica della farmacia non ne sapeva nulla quando a San Giacomo invece ne parlano ormai anche le pietre" .

Secondo Dubs inoltre " ci sono altre professionalità tra i banchi della maggioranza che hanno dimostrato nel passato una comprovata attenzione alle peculiarità delle periferie come ad esempio la consigliera Maria Grazia Cogliatti Dezza, molto attiva con i progetti microaree nonché stimata dirigente dell'azienda sanitaria locale, non si potrebbe affidare a lei la delega alle politiche sociali ? "

"In settima circoscrizione - sottolinea il presidente Francesco Bettio (PDL) - tutti i consiglieri, maggioranza e opposizione hanno deciso all'unanimità già martedì 1o aprile di segnalare all'assessorato l'irregolarità della procedura e la mancanza delle tempistiche necessarie agli opportuni approfondimenti del caso"
" a questa tempestiva segnalazione - stigmatizza Bettio - non è arrivata nessuna risposta, abbiamo appreso solo dagli organi di stampa che la giunta ha approvato la delibera sulle farmacie (il 23 aprile) senza quindi tener conto della volontà popolare"

Gianluigi Pesarino Bonazza, PDL sesta circoscrizione, attacca duramente l'operato della Giunta che definisce squalificante "L'Amministrazione comunale - dice Pesarino - farebbe meglio a leggere con più attenzione i regolamenti vigenti, piuttosto che declamare a gran voce i principi di piena condivisione e partecipazione alla progettazione della nostra città, quando essa stessa, con piccoli "giochetti" - pardon, refusi - non segue le norme elementari della partecipazione."

Dalla circoscrizione del centro città Alberto Polacco spiega che "non si è tenuto conto delle petizioni popolari espresse con regolari raccolte di firme, tant'è - dice Polacco - che è stata nuovamente inviata al comune la petizione che io stesso a suo tempo avevo inoltrato. Bene ha fatto il Consigliere Regionale Piero Tononi ha chiedere l'interessamento del Presidente Tondo - conclude Polacco - in presenza di una procedura assolutamente lacunosa o quanto meno contraddittoria."
La richiesta di chiarimenti al Segretario Generale verrà anticipata via mail oggi stesso e lunedì mattina verrà protocollata in Comune.

Alberto Polacco
Michele Babuder
Gianluigi Pesarino Bonazza
Roberto Dubs
Francesco Bettio
PDL


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento