menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Produzione di medicinali a base di cannabis, M5S FVG presenta proposta di legge

Lo rileva in una nota il Movimento 5 Stelle: «In letteratura si trova una vasta documentazione dell’uso terapeutico della cannabis. Oltre alla crescente mole di studi scientifici che hanno scoperto e approfondito le singole proprietà terapeutiche dei cannabinoidi nelle varie forme»

«In letteratura si trova una vasta documentazione dell’uso terapeutico della cannabis. Oltre alla crescente mole di studi scientifici che hanno scoperto e approfondito le singole proprietà terapeutiche dei cannabinoidi nelle varie forme, combinazioni e modalità di assunzione per le varie patologie, le esperienze cliniche internazionali dello scorso decennio e le testimonianze dei pazienti hanno mostrato per i cannabinoidi una  apprezzabile efficacia nel trattamento di particolari sintomi, associata ad una minore incidenza di effetti collaterali di rilievo rispetto a molti dei farmaci di comune impiego. Scontata l'utilità di tali terapie, va considerato che la volontà di non dipendere più dalle importazioni per la cannabis medicinale in un prossimo futuro era già stata espressa dal Senato nel 2009».

Lo rileva in una nota il Movimento 5 Stelle.

«Nonostante tutte queste premesse - continua la nota - , durante l’assestamento di bilancio, a luglio, la giunta Serracchiani aveva bocciato un ordine del giorno proposto dal MoVimento 5 Stelle, finalizzato alla riduzione dei costi di produzione e di commercializzazione dei farmaci a base cannabinoide. I pentastellati avevano anche chiestodi adottare una serie di iniziative volte ad attuare la coltivazione di cannabis a uso terapeutico sul territorio regionale. Coltivazione da effettuare in modo sperimentale sotto forma di progetti pilota presso enti o istituti riconosciuti o vigilati dalla Regione, d’intesa con le autorità sanitarie competenti». m5s fvg ussai cattinara-2

«La possibilità di coltivare in Regione la cannabis  - continua - ad uso terapeutico non rientrerebbe in alcun modo nel confronto tra l’approccio proibizionista e quello antiproibizionista sulle droghe e sarebbe, quindi, necessario promuovere la coltivazione di cannabis al fine di sostenere la produzione e commercializzazione dei farmaci cannabinoidi risolvendo così la criticità costituita dai tempi di attesa che i pazienti autorizzati devono attendere per l’approvvigionamento di questi medicinali nella nostra regione».

«Quando abbiamo letto della proposta fatta qualche giorno fa dalla Serracchiani siamo rimasti a dir poco sorpresi. Prima bocciano in Aula la nostra proposta e poi, passati pochi mesi, la rilanciano mettendoci sopra il “timbro” dell’esecutivo regionale. È proprio un peccato che in politica manchi l’onestà intellettuale!» attacca il portavoce del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale Andrea Ussai che coglie l’occasione per annunciare una nuova iniziativa».

«Proprio oggi abbiamo depositato una proposta di legge sulla sperimentazione della produzione di medicinali a base di cannabinoidi e per agevolare l’accesso agli stessi. Adesso vedremo se avranno il coraggio di bocciare anche la nostra proposta e di approvare un testo pressoché identico solamente per attribuirsene il merito. Come M5S, alla fine, saremo comunque contenti perché l’unica cosa che ci interessa è fare le cose nell'interesse dei cittadini. Quindi – conclude il portavoce - copiateci pure, senza problemi!».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La zona gialla torna dal 26 aprile: ristoranti aperti anche la sera

  • Cronaca

    Operatori sanitari in piazza contro l'obbligo vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento