Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Referendum trivelle, Menis (M5S): «Dobbiamo votare si»

Il candidato sindaco del M5S Paolo Menis dopo aver partecipato alla conferenza del Comitato per il Si: «Il petrolio italiano è di scarsa qualità ed in poca quantità. Rischio alto di inquinamento marino»

«Questa mattina ho partecipato al caffè San Marco di Trieste alla conferenza stampa del Comitato per il Si al referendum sulle trivelle, fissato per domenica 17 aprile». Queste le parolde del candidato sindaco del M5S Paolo Menis in un post su Facebook. 

«È un referendum obiettivamente monco, tuttavia è necessario andare a votare "si" per dare un indirizzo forte al governo nazionale sul tema dell'energia: dobbiamo investire nelle energie rinnovabili e non più sul petrolio. L'energia fossile è il passato mentre il futuro è e deve essere rinnovabile. È inoltre risaputo che il petrolio italiano è di scarsa qualità ed in poca quantità».

«Qualora fosse estratto totalmente - continua il candidato sindaco - basterebbe a soddisfare la domanda interna per nemmeno due anni. Ha senso aumentare il rischio di inquinamento per l'ambiente marino? Per questi motivi dobbiamo andare a votare. E dobbiamo votare sì». «Nonostante il tentativo del governo - conclude Menis - di boicottare questo referendum: perché è evidente che questo è lo scopo nel fissare la data del voto al 17 aprile, invece di accorparlo alle elezioni amministrative».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum trivelle, Menis (M5S): «Dobbiamo votare si»

TriestePrima è in caricamento