Politica

Regionali, de Monte: «Centrodestra si cannibalizza, Fedriga pedina per la spartizione del Fvg»

«La voracità elettorale del centrodestra a trazione leghista non ha limiti. Non è umiliando gli elettori della regione e i propri alleati che si governa. Solidarietà a Tondo»

«Come nel film Alive-sopravvissuti, dove i superstiti scampati alla tragedia si cannibalizzano tra di loro, nel centrodestra va in scena l’ultimo atto: la cacciata di Renzo Tondo, l’unico ad aver superato indenne le rigide selezioni romane per la candidatura a presidente della Regione. Al suo posto, Massimiliano Fedriga, la pedina scelta da Roma per provare a spartirsi il Fvg». Lo afferma l’eurodeputata del Pd Isabella De Monte, commentando la decisione del centrodestra di «epurare Tondo, dopo avergli chiesto di tenere insieme i cocci della coalizione e dopo averlo già indicato in modo ufficiale come candidato».

Secondo De Monte «la Lega dimostra di non avere scrupoli né vergogna. Prima hanno supplicato un politico di lungo corso e uomo delle Istituzioni come Renzo Tondo di aiutarli e ora, dopo la sua decisione di mettersi a servizio dei propri alleati, lo buttano come merce scaduta: la voracità elettorale del centrodestra a trazione leghista non ha limiti. Non è umiliando gli elettori del Fvg e i propri alleati che si governa. A Renzo Tondo, uomo equilibrato e ragionevole, sento di dare la mia solidarietà, dal punto di vista umano e politico».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, de Monte: «Centrodestra si cannibalizza, Fedriga pedina per la spartizione del Fvg»

TriestePrima è in caricamento