rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Regione, Torrenti: «Regia dei musei della Carnia alla Fondazione Gortani»

Il progetto sarà dunque funzionale a una miglior promozione e quindi a una miglior operatività della rete nel suo complesso e a una maggior fruibilità, sia da parte sia dei cittadini che dei turisti.

«Da qualche mese stiamo discutendo per dare alla Fondazione Gortani la regia della rete museale della Carnia, perfettamente in linea con la disponibilità dei Comuni montani».

Lo ha affermato l'assessore regionale alla Cultura e allo Sport Gianni Torrenti, a margine di un incontro nella Comunità montana della Carnia con il sindaco di Tolmezzo e gli amministratori locali.

«La bozza di progetto - ha reso noto Torrenti - è sostanzialmente pronta e studieremo come trasformarla in una convenzione operativa dato che le risorse ci sono. Potremo dare così efficacia ed efficienza a un sistema di sicuro interesse, ma che per la sua ampia diffusione sul territorio non è facile da gestire e da promuovere».

Il progetto sarà dunque funzionale a una miglior promozionequindi a una miglior operatività della rete nel suo complesso e a una maggior fruibilità, sia da parte sia dei cittadini che dei turisti.

All'incontro hanno partecipato il consigliere regionale Enzo Marsilio, il commissario della Comunità montana Lino Not, il sindaco di Tolmezzo Francesco Brollo e, in rappresentanza del Club Alpino Italiano, Giulio Magrini, Vanni Anziutti e Adriana Stroili.

E proprio i rappresentanti del CAI hanno illustrato a Torrenti alcune problematicità relative alla sentieristica.

«Abbiamo preannunciato l'uscita di due bandi per investimenti e per la manutenzione sui sentieri della Grande guerra» - ha risposto Torrenti, precisando che "partiranno al massimo entro due mesi con una dotazione di oltre 380 mila euro e saranno dedicati sia alla rivalutazione dei sentieri ai fini turistici, sia alle associazioni come il CAI e l'ANA che potranno intervenire con manutenzioni riferite al tema del Centenario della prima guerra mondiale».

E' poi stata manifestata da parte delle associazioni la necessità di reperire un referente unico in Regione. «Mi sono impegnato a discutere in Giunta - ha commentato Torrenti - della modalità con cui poter dare alle associazioni della montagna un'interlocuzione unica presso l'amministrazione regionale».

Infine l'ultimo tema sul tavolo è stato quello dell'impiantistica sportiva in Carnia: «Mentre sulle manutenzioni e sul risparmio energetico ritengo che si potranno fare dei passi avanti rapidamente, per quanto riguarda gli investimenti su nuovi impianti dovremo attendere che si liberino risorse», ha concluso Torrenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Torrenti: «Regia dei musei della Carnia alla Fondazione Gortani»

TriestePrima è in caricamento