rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Revocata Commissione Trasparenza su gestione profughi, Rovis (Tp): «Allibito, fatto gravissimo»

Revocata nella mattinata di oggi l'attesa Commissione Trasparenza dedicata alla gestione dei profughi in città alla presenza dei rappresentanti della Caritas e dell'ICS. Lo sdegno di Paolo Rovis, capogruppo in consiglio comunale di Trieste Popolare

«Il Presidente del Consiglio comunale, valutata non urgente la convocazione della seduta nella giornata di sabato (non lavorativa) e tenuto conto della mole di lavoro attualmente gravante sugli uffici, comunica che la riunione della Commissione Trasparenza, già convocata per sabato 21 novembre p.v. alle ore 11.00, viene revocata per mancanza dell'intesa prevista dall'art. 15, comma 5,del Regolamento del Consiglio comunale».

Con queste parole il presidente del consiglio comunale Iztok Furlanic ha annullato la riunione della Commissione Trasparenza dedicata alla gestione dei profughi in città, che si sarebbe dovuto svolgere domani (sabato) alle 11 presso la sala del Consiglio Comunale in piazza Unità alla presenza dei responsabili locali della Caritas e dell' ICS - Ufficio Rifugiati Onlus.

«#‎Trieste?. Il presidente del Consiglio comunale Iztok Furlanic (Rifondazione Comunista), revoca d'autorità la seduta della Commissione Trasparenza di sabato 21 novembre, che avrebbe dovuto occuparsi delle modalità di gestione dei richiedenti asilo. Motivazioni: non è urgente, sabato non è lavorativo, lui non è d'accordo». Lo sottolinea un furente Paolo Rovis in un post pubblicato sulla sua pagina facebook. paolo rovis-2

«È la prima volta in assoluto - spiega Rovis -  che un esponente della maggioranza sopprime una seduta della Commissione Trasparenza, presieduta per Statuto dall'opposizione. La Commissione Trasparenza è un Organo istituzionale che ha il compito di fare chiarezza, a beneficio della regolarità amministrativa e della corretta informazione ai cittadini, sugli atti del Comune. Un fatto gravissimo, un precedente pericoloso».

«Ringrazio l'assessore Famulari, i responsabili di ICS e Caritas e i colleghi consiglieri che - conclude Rovis - , invece, avevano da subito assicurato la loro disponibilità e presenza (gratuita, per tutti). Mi scuso con i tanti cittadini interessati al tema, i quali a loro volta intendevano partecipare di persona. La scelta del sabato mattina voleva infatti agevolare la loro presenza, in una giornata solitamente più libera da impegni di lavoro. La Commissione verrà riconvocata. Si rimane allibiti nel constatare che ancor oggi, a Trieste nel 2015, qualcuno usi, impunemente e senza vergogna alcuna, metodi che rimandano a regimi totalitari del passato».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Revocata Commissione Trasparenza su gestione profughi, Rovis (Tp): «Allibito, fatto gravissimo»

TriestePrima è in caricamento