Giovedì, 18 Luglio 2024
Il caso

Caso Bini, l'opposizione prepara la battaglia in aula: "Si dimetta"

Nella giornata di oggi 21 giugno Diego Moretti, Massimo Moretuzzo e Rosaria Capozzi hanno indetto una conferenza stampa dove è stata annunciata la richiesta di accesso agli atti sul caso di Mediocredito e l'immobile acquistato in via San Francesco a Trieste dall'assessore Sergio Emidio Bini. "Ne va della credibilità della politica". Annunciata la battaglia per la discussione in aula, prevista per domani 22 giugno

TRIESTE - "L'assessore Bini si dimetta, ne va della credibilità della politica". Le opposizioni in Consiglio regionale affilano gli strumenti con cui nella giornata di domani 22 giugno si presenteranno in piazza Oberdan. Tra i temi del giorno, dopo la commemorazione dell'ex leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, ci sarà anche il caso che ha coinvolto Sergio Emidio Bini, con l'inchiesta de Il Piccolo a firma di Diego D'Amelio che ha di fatto aperto la discussione sull'immobile di via San Francesco, in una compravendita dove gli attori erano Mediocredito e lo stesso assessore. "Bini - così Diego Moretti del Partito democratico - non è mai entrato nel merito della questione, se non in una singola intervista. Secondo noi è incompatibile". 

"Ne va della credibilità della politica"

Per le opposizioni, rappresentate durante la conferenza stampa anche da Massimo Moretuzzo del Patto per l'Autonomia e da Rosaria Capozzi del MoVimento Cinque Stelle, le "settimane di silenzio" del presidente Massimiliano Fedriga sono "l'implicita evidenza dell'imbarazzo che la giunta ha sulla vicenda". La discussione di domani si preannuncia particolarmente accesa. "La maggioranza ha giocato una imbarazzante difesa d'ufficio - continua Moretti -, qui ne va della credibilità e dell'etica della politica".

Moretuzzo chiede presa di posizione a Fedriga

Una questione, quella che coinvolge l'assessore alle Attività produttive e al Turismo del Friuli Venezia Giulia, definita "delicata", secondo Moretti, anche da alcuni esponenti del centrodestra. "Domani - così Moretuzzo - ci aspettiamo una presa di posizione netta da parte del presidente Fedriga e ci auguriamo che domani venga chiarita la vicenda di Mediocredito, ovvero capire quali siano stati gli elementi di acquisto di un immobile da parte di Mediocredito, al tempo in cui la Regione era azionista della stessa società. C'è bisogno di trasparenza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Bini, l'opposizione prepara la battaglia in aula: "Si dimetta"
TriestePrima è in caricamento