Politica

Serracchiani: la Tav e la Terza Corsia a4 sono Opere Prioritarie Strategiche per la Regione

TAV: "La Regione - ha detto la presidente - non ha mai messo in dubbio l'opportunità di realizzare l'opera".Sarà aggiornato entro la fine dell'anno il Piano economico-finanziario per la Terza corsia dell'autostrada "A4" Trieste-Venezia, tenendo...

TAV: "La Regione - ha detto la presidente - non ha mai messo in dubbio l'opportunità di realizzare l'opera".

Sarà aggiornato entro la fine dell'anno il Piano economico-finanziario per la Terza corsia dell'autostrada "A4" Trieste-Venezia, tenendo conto dei 160 milioni che il Governo ha deciso di stanziare e dei 150 milioni attesi dal contratto di finanziamento stipulato con la Cassa Depositi e Prestiti.
Lo ha detto la presidente della Regione, Debora Serracchiani, intervenendo oggi in un'audizione congiunta delle Commissioni I e IV del Consiglio regionale espressamente dedicata al tema delle infrastrutture. "La Terza corsia - ha confermato la presidente - è un'opera che la Regione considera strategica non solo per il Friuli Venezia Giulia, ma anche per il Nord Est, per il Paese e per l'Europa".

La nuova Amministrazione regionale, ha ricordato Debora Serracchiani, si è adoperata per arrivare a un intervento finanziario dello Stato, ottenendo dal Governo il riconoscimento del carattere strategico della Terza corsia e lo stanziamento di 160 milioni.

"Entro la fine dell'anno sarà definito anche l'aggiornamento delle tariffe, un aggiornamento che sarà in linea con quanto già previsto nel Piano Economico Finanziario vigente di Autovie Venete".

Nel corso dell'audizione, è stato affrontato anche il tema della linea ferroviaria ad Alta velocità /Alta capacità (AV/AC).
"La Regione - ha detto la presidente - non ha mai messo in dubbio l'opportunità di realizzare l'opera".
Per fare chiarezza sul tracciato, la Regione ha chiesto di convocare un tavolo al ministero delle Infrastrutture, coinvolgendo accanto al Friuli Venezia Giulia anche il Veneto, il commissario e RFI (Rete Ferroviaria Italiana).

Nel frattempo, la Regione punta ad accelerare la soluzione di alcuni "colli di bottiglia": il "nodo" di Udine, il bivio di San Polo a Monfalcone con il collegamento al porto, l'accesso al porto di Trieste (Campo Marzio) e la velocizzazione dell'attuale tracciato Trieste-Venezia, per la quale il Governo ha stanziato 30 milioni.
"Si tratta di opere - ha precisato la presidente - che possono essere realizzate a prescindere dalla linea AV/AC, con la quale sono comunque compatibili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serracchiani: la Tav e la Terza Corsia a4 sono Opere Prioritarie Strategiche per la Regione

TriestePrima è in caricamento