rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Politica

Servizi educativi, M5s: «La giunta Dipiazza non rispetta il voto del consiglio comunale»

«Abbiamo saputo che circola una bozza di capitolato d'appalto con il quale Dipiazza vuole esternalizzare il servizio di ausiliarietà di due scuole materne e di sei asili nido per l'anno 2018/19»

«Il 19 giugno in consiglio comunale a Trieste è passata, con il voto di alcuni esponenti della maggioranza, la mozione del M5S che chiedeva alla giunta Dipiazza di procedere alla stabilizzazione dei precari dell'area educazione e contemporaneamente di non procedere ad esternalizzazioni dei servizi. Una battaglia importante per migliorare la vita dei lavoratori e la qualità dei servizi comunali». Lo raccontano i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle.

«È passata solamente una settimana e sembra che la giunta comunale voglia già disattendere l'indirizzo politico contenuto nel documento del M5S» - secondo quanto sostengono i consiglieri comunali pentastellati.
«Abbiamo saputo che circola una bozza di capitolato d'appalto con il quale Dipiazza vuole esternalizzare il servizio di ausiliarietà di due scuole materne e di sei asili nido per l'anno 2018/19, per un totale di 36 posti da ausiliari dati all'esterno. Se così fosse -concludono i cinquestelle - ci troveremmo difronte ad un atto grave con il quale gli assessori Brandi e Lobianco vanno contro la volontà espressa dal consiglio comunale».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi educativi, M5s: «La giunta Dipiazza non rispetta il voto del consiglio comunale»

TriestePrima è in caricamento