menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, Pd: «Paure usate per legittimare sistemi repressivi e inefficaci». Roberti: «Avete creato voi questa situazione!»

La segreteria provinciale del Partito Democratico di Trieste sulla percezione di sicurezza e le misure da adottare. Replica del vicesindaco Pierpaolo Roerti: «Non accetto lezioni sulla sicurezza»

«Gli ultimi avvenimenti di cronaca, che vanno dall'attentato di Berlino fino al furto in un negozio in pieno centro a Muggia, sicuramente accrescono la percezione di insicurezza dei cittadini, in particolare delle donne che si sentono più minacciate. A questi problemi va data una risposta ma va fatto usando gli strumenti giusti, affidandosi in primo luogo alle forze dell'ordine che, anche in questi giorni, hanno dimostrato di essere all'altezza del compito loro affidato».

La segreteria provinciale del Partito democratico di Trieste sulle recenti esternazioni di sindaco e vicesindaco in merito a quelle che potrebbero essere delel iniziative volte a migliorare la sicurezza in città: «Sbagliato è invece farsi scudo delle paure per legittimare sistemi repressivi ed inefficaci, come fatto con le varie ordinanze. La nostra Regione e Trieste non sono una terra di nessuno. Lo dicono i dati Istat che documentano che la nostra Regione non è mai nella parte alta delle classifiche per il tasso di furti in abitazione, borse?ggi,? rapine e violenza sulle donne. Nei comuni della Lombardia e del Veneto dove le ronde sono state attivate non hanno comportato alcun risultato tangibil?e?. Sono solo dei semplici palliativi per dare la falsa percezione di sicurezza».

«Quelle regioni restano in vetta alle classifiche tra le regioni del nord per le tipologie di crimini citate. Nulla in contrario invece all'incremento dell'organico dei vigili urbani per avere un maggior controllo del traffico cittadino, ultimamente abbastanza caotico. Non c'è solo un problema di parcheggio selvaggio - conclude il Pd triestino -, l'impressione è che sia un problema? si,? ma ?di sicurezza ma stradale».

«Capisco il clima natalizio, ma no! Non accetto lezioni sulla sicurezza da quel Partito democratico che con la politica dell'invasione incontrollata, degli indulti, delle depenalizzazioni, dei tagli alle forze di polizia e con gli svuotacerceri ha materialmente creato questa situazione!», replica il vicesindaco Pierpaolo Roberti, che ha la delega alla Sicurezza. 

«L'ha fatto mentre noi la denunciavamo e ci veniva risposto che non c'era alcun pericolo sicurezza, che i terroristi non arrivavano coi barconi e tante altre amenità - continua Roberti -. Ma la schizofrenia continua con un Pd che a livello locale si dice contrario all'armamento della Polizia locale mentre da Roma col suo ministro dell'interno chiede alla Pl un aiuto nella lotta al terrorismo (terroristi da affrontare con lo spray al peperoncino?)».

«Tacciano quindi e ci lascino rimediare ai danni fatti», conclude il vicesindaco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento