menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola. Studio Nazionale: Dimezzata la Crescita di Alunni Stranieri

Il rapporto nazionale sugli alunni con cittadinanza non italiana per l'Anno scolastico 2010-2011 del ministero dell'Istruzione Universita' e Ricerca (Miur) e della Fondazione Iniziative e studi sulla multietnicita' (Ismu) riserva piu' di una...

Il rapporto nazionale sugli alunni con cittadinanza non italiana per l'Anno scolastico 2010-2011 del ministero dell'Istruzione Universita' e Ricerca (Miur) e della Fondazione Iniziative e studi sulla multietnicita' (Ismu) riserva piu' di una sorpresa.
La principale: negli ultimi tre anni si e' assistito in Italia a un rallentamento della crescita degli iscritti degli alunni stranieri.
Una crescita quasi dimezzata rispetto agli anni precedenti.
Nel rapporto, anticipato oggi e che sara' disponibile integralmente in novembre, tra gli alunni con cittadinanza non italiana - che costituiscono ''una realta' ormai strutturale nel nostro Paese'' - si e' passati da 59.389 presenze dell'anno scolastico 1996/97 alle 711.064 del 2010/11'', ma, negli ultimi tre anni, si e' assistito a un rallentamento nella crescita degli iscritti, quasi dimezzata rispetto agli anni precedenti.
Se dal 2002/03 al 2007/08, infatti, l'incremento e' stato di 60-70mila unita', nell'anno scolastico 2010-2011 l'incremento e' stato inferiore alle 38mila.
Per quanto riguarda le nazionalita' degli alunni, i romeni si confermano per il quinto anno consecutivo il gruppo piu' numeroso nelle scuole italiane (126.452); seguono gli albanesi (99.205) e i marocchini (92.542).
Tra le novita' piu' rilevanti c'e' anche l'incremento degli alunni provenienti dalla Moldavia che passano da 12.543 nel 2007/08 agli attuali 20.580.
Una sorpresa sono anche gli incrementi di alunni dall'India e dell' Ucraina.
Non mancano le note dolenti: persiste un divario ''significativo'' nei tassi di promozione tra alunni italiani e quelli di cittadinanza non italiana.
Un divario piu' basso e in calo negli anni a livello di scuola primaria e, invece, ''pesante e in crescita a livello di scuola secondaria di secondo grado, dove la percentuale di non promossi fra i non italiani, pur in leggero calo, nell'Anno scolastico 2009/10 rimane il 30%, circa il doppio del tasso registrato fra gli italiani''.
Riguardo la presenza di alunni non italiani sul territorio, la regione con piu' alunni stranieri in valori assoluti e' la Lombardia, la regione con l'incidenza piu' alta e' invece l' Emilia Romagna.

Nelle scuole lombarde studia il maggior numero di alunni con cittadinanza non italiana, il 24,3% (173.051 studenti).
Seguono il Veneto, con l'11,9% (84.914 studenti), e l'Emilia Romagna con l'11,6% (82.634 studenti), anche se passando all' incidenza invece troviamo l'Emilia Romagna (14%) al primo posto, seguita da Umbria (13,3%) e Lombardia (12,5%).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Autovelox: le postazioni dal 19 al 25 aprile

  • Cronaca

    Covid: in Fvg 221 casi su oltre 8 mila tamponi, in calo gli isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento