Politica

Giulio Regeni, la Bora porta via lo striscione dalla Regione

Situazione rimediata nell'arco di poche ore, ma nel frattempo Piero Camber (FI) aveva già fotografato e scritto un post polemico su Facebook

«Uno degli aspetti che rendono Trieste una città dal fascino particolare è la bora, il famoso vento che soffia da est nord-est sulla città, spazzando anche piazza Unità d’Italia. La bora, come ben sanno i triestini, può però creare anche dei problemi. A farne le spese ieri è stato lo striscione “Verità per Giulio Regeni”, che è affisso sul palazzo della Regione sul lato che affaccia proprio su piazza Unità e che è stato strappato da raffiche particolarmente impetuose.
In poche ore lo striscione è stato sostituito, ma ciò non ha impedito a qualche zelante consigliere di centrodestra di postare una foto del palazzo senza lo striscione. Immagine accompagnata dall’illazione velenosa di una sua rimozione furtiva da parte della Regione. Niente di più falso: in piazza Unità la richiesta di verità per Giulio continuerà a sfidare anche le intemperie».

29nov16. striscione giulio regeni bora-2

Questa la risposta della presidente Debora Serracchiani sul suo sito internet in replica, come le stessa spiega, al consigliere comunale di Forza Italia Piero Camber che questa mattina, alle 9.12, ha postato su Facebook la foto del palazzo della Regione senza lo striscione giallo con il commento «dopo un mese e mezzo, indovinate cosa è sparito...nel totale sinistro silenzio», seguito poi, una volta rimesso su il simbolo che chiede verità per il ricercatore friulano torturato e ucciso in Egitto, da un commento ironico sul riposizionamento: «Miracolo!!!!!! Basta un post e lo striscione riappare!!!».

29nov16. striscione giulio regeni bora-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giulio Regeni, la Bora porta via lo striscione dalla Regione

TriestePrima è in caricamento