Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Regionali, Tondo: «Trattori, felpe e ruspe non bastano per governare»

«Gli slogan vanno bene all'opposizione. Autonomia Responsabile ha programmi e competenze»

«All'opposizione te la puoi cavare protestando. Al governo, devi proporre. E servono le idee, perché solo con ruspe, felpe, vaffa e trattori non vai lontano». Lo ha detto Renzo Tondo, presidente di Autonomia Responsabile, a margine dell'incontro pubblico "la proposta oltre alla protesta" questa mattina al teatro San Giorgio di Udine.

Tondo ha spiegato che «non basta dire che riforma sanitaria e Uti non funzionano, dobbiamo spiegare come intendiamo porre rimedio a scelte poco lungimiranti fatte in questi anni dal Pd di Serracchiani e Bolzonello. Noi proponiamo 5 enti di area vasta per sostituire le Uti : Trieste, Udine, Pordenone, Gorizia e Alpi e Dolomiti Friulane. Sulla sanità, ci stiamo confrontando con gli operatori. Vogliamo e dobbiamo cambiare, ma non possiamo rischiare di paralizzare il sistema. Serve una visione di almeno 15 anni, e una controriforma condivisa, non studiata a tavolino dalla giunta e approvata da una maggioranza di silenti esecutori. Doveroso eliminare i doppioni, ma serve un'azione concertata tra politica e operatori sanitari. Con la salute non si scherza, basta alimentare campanilismi sanitari devastanti». Manzan ha posto l'accento sull'esigenza di «proseguire sulla strada del rinnovamento. La staffetta generazionale che proponiamo alle aziende deve diventare una linea politica. In Ar sta crescendo una nuova classe dirigente, pronta a raccogliere il testimone».

Sono intervenuti i consiglieri regionali Paride Cargnelutti, Alessandro Colautti, Giuseppe Sibau, Giorgio Ret e altri candidati della lista per le regionali e comunali: Michele Peris, Paolo Pizzocaro, Sandro Bassi, Sergio Buzzi, Caterina Oropallo, Cristina D'Angelo, Marzia Filipetto e Lorenzo Bosetti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Tondo: «Trattori, felpe e ruspe non bastano per governare»

TriestePrima è in caricamento