Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Trieste città "turistica", Autonomia Responsabile: «L’intervento del sindaco Di Piazza è stato provvidenziale»

Autonomia Responsabile: «Il riconoscimento - concludono - porterà a Trieste notevoli vantaggi sul piano occupazionale, sullo sviluppo del settore alberghiero, ristorativo e della nautica»

 Autonomia Responsabile per Trieste approva ed accoglie con favore la decisione della Giunta regionale di nominare Trieste città "turistica".

«Che Trieste fosse  più che adatta a fregiarsi del titolo di città turistica era scritto nelle cose, per una tradizione ormai secolare e soprattutto per l’aumento esponenziale del turismo negli ultimi tempi. L’intervento del sindaco Roberto Di Piazza, stanco dei soliti tira e molla e dei rimandi ,è stato provvidenziale.
Un pò suonati  per le batoste subite alle più recenti elezioni, la sveglia è suonata nitida nella sonnecchiosa Roma come nel Palazzo della Giunta Serracchiani , che si baloccava nella emergenza Monfalcone, nella confusione che deriva dalle normative sulle chiusure festive degli esercizi commerciali, nel caos sulle Uti».

«L’ultimatum di Dipiazza ha svegliato  i cervelli assorti  sulle varie correnti di pensiero che attreversano la maggioranza regionale per quanto riguarda Città metropolitana  e altri argomenti riguardanti il capoluogo del Fvg. “L’intervento di Dipiazza è stato salutare – spiega il coordinatore provinciale di Autonomia Responsabile Fulvio Serbo –  in un momento di crisi come questo».   

«Il riconoscimento - concludono - porterà a Trieste notevoli vantaggi sul piano occupazionale, sullo sviluppo del settore alberghiero, ristorativo e della nautica.”  Di una signorilità che definiremmo commovente il ringraziamento di Di Piazza alle autorità regionali, che non hanno fatto altro che il loro dovere».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste città "turistica", Autonomia Responsabile: «L’intervento del sindaco Di Piazza è stato provvidenziale»

TriestePrima è in caricamento