rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

Turismo, Serracchiani: «Luci e suoni valorizzano Castello di Miramare»

Debora Serracchiani: «Stiamo facendo uno sforzo di visibilità, centralità e rinnovata capacità della regione di essere riconosciuta, e anche il volano di Expo si sta rivelando importante; in questo senso ci confortano i numeri»

«Luci e suoni» torna a casa. Il tradizionale spettacolo, che verrą messo in scena dal primo agosto con il titolo "Massimiliano e Miramare: un magico sogno di un Asburgo", riavrą la sua cornice originaria del castello di Miramare. L'evento è stata presentato questa mattina in una conferenza stampa, tenutasi nel Salotto azzurro del Comune di Trieste, dalla presidente della Regione Debora Serracchiani, dal sindaco di Trieste Roberto Cosolini, dal sovrintendente per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici del Friuli Venezia Giulia Luca
Caburlotto e dal presidente dell'Associazione italiana ricerca sviluppo aree culturali Serafino Marchiņ Lunet.

Le rappresentazioni dello spettacolo di luci e suoni, che manca da Miramare dal 2002 e che nel frattempo è stato ospitato in altri luoghi della cittą e della regione (con uno "sconfinamento" anche a Sappada), avranno luogo ogni lunedì, venerdì e sabato di agosto, alle ore 21 e alle 22.20, con una tecnologia innovativa di "video mapping" analoga a quella che ha illuminato il Municipio di Trieste nel periodo natalizio. I posti a sedere, posizionati sul piazzale antistante il castello, saranno 200 con la predisposizione di uno spazio per i disabili dove potranno essere sistemate 6 carrozzine con 10 posti per gli accompagnatori.

«L'evento che abbiamo presentato oggi va nella giusta direzione perché valorizza un patrimonio culturale e artistico come il castello di Miramare, indubbiamente il pił visitato tra i luoghi della regione, e nello tempo ci dą la possibilità di creare un'attrazione verso la cittą di Trieste e la regione, garantendo una conoscibilitą di cui questo territorio ha bisogno» ha commentato la presidente della Regione.

«Il ritorno dello spettacolo di luci e suoni a Miramare è un'iniziativa che permette di riconquistare uno spazio tradizionale e storico per la cittą di Trieste e che segue la strada indicata dal ministro Franceschini di valorizzazione del patrimonio artistico e architettonico" ha concluso la presidente. "La Regione approva e sostiene questa iniziativa che si inserisce in un contesto europeo in cui Trieste e il Friuli Venezia Giulia hanno il diritto e il dovere di essere protagonisti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, Serracchiani: «Luci e suoni valorizzano Castello di Miramare»

TriestePrima è in caricamento