rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Un'Altra Trieste : "la Responsabilita' del Pdl nella Debacle del Sindaco Dipiazza"

Riceviamo da Un'altra Trieste e pubblichiamo.Il risultato di ieri sera in Consiglio Comunale non è come qualcuno vorrebbe far credere – Piero Camber in testa-  il frutto di un accordo sottobanco fra “bandelliani” e centro –sinistra.Ma è al...

Riceviamo da Un'altra Trieste e pubblichiamo.

Il risultato di ieri sera in Consiglio Comunale non è come qualcuno vorrebbe far credere - Piero Camber in testa- il frutto di un accordo sottobanco fra "bandelliani" e centro -sinistra.
Ma è al contrario l'esito, forse non scontato ma certamente prevedibile, di un piano per destabilizzare la maggioranza del primo cittadino, iniziata con la cacciata di Franco Bandelli, e proseguita con la gestione a dir poco irresponsabile dei rapporti interni al centro destra, che ha proprio nel capogruppo in Comune del Pdl, il suo principale artefice. L'efficacia dell'azione politica di un partito o di un movimento, e conseguentemente la sua credibilità verso il proprio elettorato di riferimento, si misura con la capacità di incidere sulla realtà in cui opera.

Se a questo movimento, nello specifico Un'Altra Trieste, si sceglie - così come ha fatto il Pdl - di non dare spazio per contribuire alla creazione di quel bilancio, di non dare voce per inserire gli interventi che i cittadini hanno chiesto di porre in evidenza, è chiaro che si è scelta la strada dello scontro, che non può non avere come esito finale, un voto contrario come quello espresso da Un'Altra Trieste.

Gli emendamenti proposti non erano semplici bandierine o "una contropartita" per esprimere un eventuale voto favorevole, ma precisi interventi rivolti a consolidare le carenti politiche sociali del Comune, chiedendo attenzione per le madri sole, sensibilità per le famiglie in difficoltà, azioni di sostegno a chi ha perso un lavoro.
Sono questi gli elementi portanti del centro-destra che noi vogliamo rappresentare, e che ci impediscono di riconoscerci nelle politiche portate avanti da un Pdl che stentiamo a definire di centro-destra.
Oggi fortunatamente il nostro voto contrario ci mette nella condizione non soltanto di salvaguardare la credibilità che abbiamo guadagnato in tutti questi mesi, ma anche di non vivere quella difficoltà che avremmo vissuto se avessimo rinunciato ad affermare le nostre priorità frutto di un confronto con la gente, barattandole con l'apprezzamento del centro - destra triestino o evitando che venisse alla luce ciò che è sotto gli occhi di tutti, ovvero che il Sindaco suo malgrado è senza maggioranza.


Il cambiamento per quel che ci riguarda passa anche da momenti travagliati come quello del voto negativo al bilancio, perché o si prende coscienza che è finita l'epoca delle trattative al ribasso per la città o chi amministra Trieste, per i pochi mesi che restano prima delle elezioni, dovrà giustificare ancora altre sconfitte e spiegare le ragioni della paralisi di governo in cui è precipitato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'Altra Trieste : "la Responsabilita' del Pdl nella Debacle del Sindaco Dipiazza"

TriestePrima è in caricamento