menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assistenza agli anziani: è triestina la nuova tecnologia che sorveglia a distanza

L'ha messa a punto un ingegnere elettronico di Trieste dando vita ad una nuova start up ideata al parco scientifico Area Science Park

Un dispositivo wireless per controllare i parenti anziani che vivono da soli: un sistema di domotica inventato dall'ingegnere triestino Paolo Giribona che darà vita a una startup al parco scientifico Area Science Park. Lo rivela Rai Fvg in un servizio: si tratta di un sensore che sarà in grado di monitorare diversi parametri vitali della persona sola in casa: il sonno regolare, gli orari dei pasti, l'assunzione dei farmaci.

Per non violare la privacy della persona non ci saranno telecamere nè microfoni, solo una piccola scatola con all'interno una sim card per il collegamento a Internet e dei sensori in grado di rilevare il calore della persona e, quindi, la sua presenza e suoi spostamenti. Giribona riporta l'esempio della cucina: se la persona è abituata a far colazione alle 8 ma alle 9 non si è ancora recata in cucina, questo potrebbe essere un campanello d'allarme da considerare per intervenire in tempo e soccorrere l'anziano in difficoltà. In questo caso il parente che si fa carico della sorveglianza riceve una notifica sul cellulare, in seguito alla quale può decidere di chiamare la persona, i soccorsi o andare sul posto di persona.

Il sistema potrà inoltre servire i reparti di geriatria per abbreviare i tempi di dimissione dall'ospedale. Giribona ricorda che Trieste è da sempre leader nell'ingegneria clinica e ora, con questa nuova startup, sono previsti nuovi posti di lavoro per i giovanissimi, che saranno assunti dopo uno stage

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento