La decisione del tribunale di Trieste

Processo per il blocco della posta, assolti tutti i No green pass

La decisione del tribunale di Trieste è giunta nella giornata di ieri 12 luglio. "Un processo costruito sul classico castello di carta di accuse, che si è poi sfaldato rovinosamente, udienza dopo udienza"

TRIESTE - "Tutti assolti, con formula piena. Si conclude così il processo per il cosiddetto "blocco della posta centrale" di Trieste del primo di febbraio 2022, quando, con l'entrata in vigore dell'obbligo di presentazione del green pass per l'accesso ai servizi pubblici, un gruppo di membri del Coordinamento No Green Pass si era presentato all'ingresso della struttura pretendendo di esercitare il proprio diritto di inviare una raccomandata all'allora premier Draghi senza l'utilizzo della tessera verde. Da lì è stato messo in scena un teatrino che ha portato alla chiusura arbitraria degli sportelli e conseguente identificazione da parte di polizia e DIGOS di alcuni tra i presenti. E poi le indagini, chiuse - guarda caso - in tempi record, e il conseguente rinvio a giudizio. Un processo costruito sul classico castello di carta di accuse, che si è poi sfaldato rovinosamente, udienza dopo udienza, per merito dei nostri avvocati". Queste sono le parole apparse sul canale Telegram del Coordinamento nella mattinata di oggi dopo l'assoluzione, con formula piena, decisa dal tribunale di Trieste.  

La mobilitazione va avanti

"Se l'intento di chi ha voluto tutto ciò era quello di intimorire e frenare la protesta - prosegue la nota -, oggi possiamo dire di essere più forti e motivati di prima. Fermamente convinti, una volta di più, dei nostri diritti e delle nostre ragioni. Detto ciò, il nostro approccio non può che continuare ad essere realista: siamo consapevoli che non sarà la sentenza di ieri a ripristinare lo stato di diritto in questo paese e a punire i veri responsabili dei meccanismi oppressivi attuati in questi ultimi due anni. Ci piace però pensare che questa assoluzione possa rappresentare l'inizio di qualcosa di buono, aprendo le porte ad un po' di speranza anche per gli altri processi che ancora ci coinvolgono. La nostra mobilitazione deve comunque andare avanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo per il blocco della posta, assolti tutti i No green pass
TriestePrima è in caricamento