rotate-mobile
Il caso / Località Padriciano

Dipiazza alle associazioni di Padriciano: “Sono lì abusivamente, in caso di incidente rispondo io”

La replica del primo cittadino Roberto Dipiazza alle accuse formulate ieri dalle associazioni slovene che hanno sede in alcuni edifici della zona, a cui il Comune ha messo i lucchetti da un anno. "Ho mandato loro delle lettere a cui non hanno mai risposto. Ora stiamo cercando delle alternative"

“L’ex campo profughi di Padriciano è di proprietà del Comune, se c’è un incidente ne rispondo io”. Non si fa attendere la replica del primo cittadino Roberto Dipiazza alle accuse delle associazioni slovene che hanno sede in alcuni edifici della zona semi abbandonata, a cui il Comune ha messo i lucchetti da un anno. “Un posto pubblico - ha dichiarato Dipiazza, raggiunto al telefono - non può essere concesso a caso, so che lavoravano anche con dei carri di carnevale, se fosse successo qualche incidente ne avrebbe risposto il sindaco. Ho mandato loro delle lettere a cui non hanno mai replicato. Ci sono delle responsabilità di cui tenere conto, non è come tra privati”.

“Hanno dichiarato che usano quegli spazi da sempre, ma abusivamente - continua il sindaco -, quel luogo è di proprietà del Comune quindi bisogna regolarizzare, con un contratto o altro. Stiamo cercando delle alternative ma bisogna tenere conto delle possibili conseguenze perché gli incidenti capitano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipiazza alle associazioni di Padriciano: “Sono lì abusivamente, in caso di incidente rispondo io”

TriestePrima è in caricamento