Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

Il 45enne si è spento nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 novembre nel reparto di terapia intensiva di Cattinara

Abbas Omairi

Si è spento nella notte tra venerdì 21 e sabato 22 novembre nel reparto di terapia intensiva, il 45enne Abbas Omairi, pizzaiolo di origine libanese residente a Duino Aurisina. Lascia cinque figli, la moglie e i suoi amati fratelli. Era positivo al Covid.

E' il 12 novembre quando viene ricoverato a Cattinara per difficoltà respiratorie. "Sembrava star bene, parlava con noi ogni giorno" ci ha raccontato commosso uno dei due fratelli. "L'ultima volta che l'abbiamo sentito era proprio venerdì 21. Ha fatto un saluto strano, come se sapesse che forse sarebbe stato l'ultimo. Nella notte la situazione è peggiorata. Hanno provato a rianimarlo, ma non c'è stato nulla da fare".

Abbas era una persona solare, con la battuta sempre pronta. Chi lo ha conosciuto, lo sa bene. Amava l'Italia, soprattutto la cucina. Ed è proprio questo amore che l'ha spinto a coltivare la sua passione e aggiudicarsi persino il premio per il miglior impasto del Friuli Venezia Giulia. Un riconoscimento di cui andava fiero. Con quell'impasto e la sua pizza speciale "buona e leggera" ha conquistato davvero tanti clienti, regalando sorrisi nelle varie pizzerie della regione in cui ha lavorato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Il Gambero Rosso premia le migliori pasticcerie d'Italia, cinque sono a Trieste

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Avviata la distribuzione gratuita di saturimetri in farmacia: chi ne ha diritto

  • "Stop asporto dalle 18 nei bar e regioni ‘chiuse’ in zona gialla", Speranza presenta il nuovo Dpcm

Torna su
TriestePrima è in caricamento