rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Via Beccherie

Dhome, vincono gli abitanti in zona: sequestro degli impianti audio

La movida continua ad essere al centro delle polemiche cittadine. Stavolta sotto l'occhio del ciclone il locale in via Beccherie. Possibile il sequestro del locale in caso di violazione

Musica finita al Dhome: è quanto è stato richiesto dal pubblico ministero Antonio Miggiani a seguito delle numerose segnalazioni degli abitanti in zona a causa dell'assordante rumore proveniente durante la notte dal locale (tra la mezzanotte e le quattro di ogni mercoledì e dei week-end) e dalle numerose risse accadut.

Sono stati sequestrati tutti gli impianti musicali all’interno del Dhome e non possono neanche essere sostitutì con apparecchiature nuove.

Il provvedimento è stato comunicato al legale rappresentante della società che gestisce il locale dietro piazza Unità, indagato per disturbo della quiete pubblica.

Le polemiche in realtà erano nate immediatamente dopo l’apertura del locale, con petizioni e raccolta firme iniziate immediatamente dopo l'inaugurazione, da parte dei cittadini.

Nel provvedimento viene riportata addirittura l’ipotesi di un possibile sequestro di tutto il locale.

Il Dhome è stato allestito convertendo un magazzino abbandonato del Fondo Mascagni, facente riferimento a Generali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dhome, vincono gli abitanti in zona: sequestro degli impianti audio

TriestePrima è in caricamento