rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
L’evento / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Via Flavio Gioia

Al Silos è ancora festa: musica e cibo etnico per la solidarietà

L’evento, aperto a tutti, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul disagio dei migranti accampati nella struttura fatiscente. Prevista una cena etnica cucinata dai ragazzi che vivono nella struttura, musica dal vivo, murales e partite di cricket e calcio

TRIESTE - Il Silos si anima nuovamente con una festa solidale aperta a tutti, dopo il successo dell'evento analogo lo scorso 3 marzo. Non solo un'occasione per festeggiare la fine del Ramadan che ricorre oggi, ma anche per accogliere chiunque, di qualunque credo o religione, voglia conoscere questa realtà, dove i migranti vivono in una tendopoli improvvisata in situazioni di miseria e disagio. L’iniziativa è nata spontaneamente da un gruppo di persone, molte facenti parte di associazioni che assistono i migranti, e prevede varie attività, tra cui una cena condivisa in una sorta di pic nic all’aperto.

La cena viene preparata dai migranti che vivono accampati nella struttura fatiscente di via Gioia e che offriranno ai presenti piatti tradizionali da Pakistan, Afghanistan e Bangladesh. Delle band suoneranno inoltre musica dal vivo e chi vorrà potrà giocare a cricket e a calcio, in due mini campi allestiti per l’occasione. Sono in corso di realizzazione dei murales sulla parte esterna della struttura, dal lato che dà verso il porto vecchio, dove è stato appeso uno striscione con la scritta “Break the fast, break the borders” (rompi il digiuno, rompi i confini).

Obbiettivo dell'evento, ha dichiarato uno degli organizzatori, è ancora una volta quello di far passare un messaggio di solidarietà verso i migranti, per “far conoscere questo luogo anche a chi non c’è mai stato. Siamo contro la sua rimozione”. 

Stando a quanto riferito da alcuni dei presenti, da tempo un gruppo di persone si ritrova periodicamente al Silos in situazioni conviviali simili a questa e ha stretto rapporti di amicizia con chi sopravvive all’addiaccio all’interno della struttura. “Ogni settimana - spiegano i presenti -, tramite un gruppo whatsapp, ci organizziamo e ci ritroviamo qui, per giocare a pallone e stare insieme a loro”. Il momento clou, con cena e concerto, sarà al tramonto, e i festeggiamenti continueranno fino a sera.

IMG_5400

IMG_5393

IMG_5388

IMG_5385

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Silos è ancora festa: musica e cibo etnico per la solidarietà

TriestePrima è in caricamento