Francesco Russo scalda i motori, la sua nuova creatura è pronta

La nuova "associazione civica" verrà svelata questa sera dalle 21 all'interno del programma Ring di Telequattro. "Ho fatto una promessa a tanti di voi". Scioglierà le riserve alla sua candidatura a sindaco?

Sarà un contenitore di proposte politiche o la base da cui attingere per la lista civica? Al momento non se ne conoscono i dettagli ma Francesco Russo ha sciolto ufficialmente le riserve ed annuncia la nascita del soggetto che da domani 11 dicembre avrà l’arduo compito di tentare l’assalto al feudo Dipiazza. La spiegazione del progetto, al di là delle interviste già rilasciate, avverrà questa sera dalle 21 negli studi di Telequattro dove all’interno del celebre programma Ring  Russo approfondirà per circa 40 minuti i dettagli del nuovo soggetto. 

"Ho fatto una promessa a tanti di voi"

Nel parlare della sua creatura, Russo ha menzionato la "promessa fatta in questi anni a tanti di voi. Ho affrontato questo periodo a modo mio, senza aver paura di raccontare la verità, rimboccandomi le maniche e non smettendo mai di credere ad un progetto che parte da lontano”. L’associazione civica, come l’ha definita lo stesso Russo, dovrebbe quindi diventare il modello da cui partire per affrontare una delle partite più importanti della sua carriera politica. 

Gli scenari

L’annuncio arriva a pochi giorni dall’endorsement di Italia Viva. È inutile nascondere il consenso di cui gode Russo tra i moderati e, nei "giochi" partitici in vista delle elezioni, il fatto che potrebbe piacere anche a qualche esponente del centrodestra non troppo allineato alla triade (molto solida al momento) Dipiazza-Lega-Fratelli d’Italia. Tutte manovre indirizzate alla tornata delle amministrative del 2021 che, se da un lato non possiedono ancora una data precisa – troppi gli interrogativi dal punto di vista dell’emergenza sanitaria che accompagnerà di fatto anche buona parte dell’anno prossimo – dall’altro hanno già fatto partire la corsa per decidere chi sarà il prossimo sindaco della città.

L'incognita dei satelliti della sinistra

A sinistra la vera incognita, al di là delle speranze dei dem (che guarderebbero volentieri a Russo come candidato di razza del partito), potrebbe essere rappresentata dall’area dei cosiddetti satelliti e da alcune assolute novità nel panorama politico triestino: Open Fvg e Rifondazione Comunista valgono poco dal punto di vista delle percentuali ma potrebbero sciogliere le riserve e confluire (al secondo turno) nel grande calderone del centrosinistra nel nome del tradizionale antidipiazzismo; discorso diverso invece quello per i giovani di Adesso Trieste. 

Adesso Trieste: centrosinistra sì o centrosinistra no? 

Alcuni osservatori del mondo progressista – anche da dentro il palazzo – sostengono che l’area più a sinistra del Pd potrebbe esser rimasta “vittima” di una certa fascinazione scaturita dalla creatura di Laterza e compagn*. Complessivamente, secondo addetti ai lavori, quell’area vale “il 4, forse il 5 per cento” e non è escluso che i “rossi” guardino con interesse ad un collettivo capace di mobilitare migliaia di persone nel corteo di protesta contro il raduno nazionale di CasaPound. Che anche Russo abbia pensato a loro non è un mistero, ma nel Pd non sono piaciuti gli attacchi al partito da parte di AT, al quale imputano una certa volontà di bruciare le tappe “senza prima aver fatto un po’ di gavetta nei parlamentini delle Circoscrizioni” e alcuni atteggiamenti politicamente non maturi.

Dove stanno De Gioia e Bandelli? 

Altro discorso per Futura. Vera e propria mina vagante e forza politica in pole position dal punto di vista delle iniziative (non passa settimana che vi siano conferenze stampa dove vengono spiegate le opportunità di diverse zone della città) il movimento che vede De Gioia e Bandelli in prima fila ha annunciato l’intenzione di essere punto di riferimento per i socialisti. Da palazzo – ma anche sui social – tuttavia trapelano ammiccamenti, like e corteggiamenti tra il “mago” del Carnevale di Servola ed Italia Viva. È molto presto per disegnare il campo di battaglia e i rispettivi schieramenti, ma a sinistra qualcosa si muove.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Il Gambero Rosso premia le migliori pasticcerie d'Italia, cinque sono a Trieste

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Avviata la distribuzione gratuita di saturimetri in farmacia: chi ne ha diritto

  • Possibile stato d'emergenza fino ad aprile, e intanto il Fvg rischia la zona rossa

Torna su
TriestePrima è in caricamento