menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giorno del Ricordo, sabato la cerimonia solenne alla Foiba di Basovizza

La cerimonia solenne è l'evento centrale del più ampio programma di manifestazioni e iniziative, culturali e di approfondimento, organizzato dal Comune di Trieste e dal Comitato per i Martiri delle Foibe

Si terrà sabato mattina 10 febbraio, con inizio alle ore 10.30, l'annuale Cerimonia solenne alla Foiba di Basovizza, sul Carso Triestino, evento centrale del più ampio programma di manifestazioni e iniziative, culturali e di approfondimento, organizzato dal Comune di Trieste e dal Comitato per i Martiri delle Foibe in occasione del Giorno del Ricordo 2018, ricorrenza istituita nel 2004 con apposita legge dello Stato per ricordare le vittime delle foibe, l'esodo giuliano-dalmata e le drammatiche vicende del confine orientale negli anni a cavallo del secondo dopoguerra. La cerimonia, che si svolgerà alla presenza delle massime Autorità civili e militari, di un picchetto del Reggimento “Piemonte Cavalleria 2°” per la resa degli onori, delle Associazioni d'Arma, dei sodalizi patriottici e delle rappresentanze del mondo dell'Esodo, prenderà avvio, dopo l'ingresso dei Gonfaloni di Trieste e di Muggia, della Regione e di altri Comuni, con l'Alzabandiera cui seguiranno la deposizione di Corone commemorative, la Santa Messa di suffragio celebrata dall'Arcivescovo di Trieste S.E. Mons. Giampaolo Crepaldi, la lettura della Preghiera per gli Infoibati (composta da mons. Antonio Santin, Vescovo di Trieste e Capodistria negli “anni difficili”) da parte di uno studente delle scuole giunte a Trieste per l'occasione mentre altri studenti leggeranno subito dopo alcune poesie in tema (“Basovizza”, “Borovnica”, “Terra rossa”, “Foibe”).

Prenderà quindi la parola il Sindaco di Trieste seguito da un saluto del Presidente del Comitato per i Martiri delle Foibe e della Lega Nazionale Paolo Sardos Albertini a chiusura della cerimonia. Rilevante quest'anno sarà la presenza dei giovani, significativamente superiore a quella delle edizioni precedenti, e ciò in particolare grazie a un progetto di “trasmissione della memoria” di questi eventi rivolto alle generazioni più recenti (denominato “Le tracce del Ricordo”), ideato dal Comune e dalla Lega Nazionale di Trieste. Progetto al quale hanno aderito varie scuole di Sacile, Brugnera, Pordenone, Seriate (Bergamo), Modena, Lecce, Luino e Bagnoli Irpino (Avellino), per un totale di ben 500 studenti che assisteranno alla cerimonia di Basovizza con i loro docenti e dirigenti scolastici.

Si ricorda in proposito che già nel pomeriggio precedente (domani, venerdì 9 febbraio, alle ore 16.30), alcune di queste classi, delle scuole superiori “Maiorana” di Seriate, “Corni” di Modena e “Galasso” di Lecce, saranno ricevute dall'Assessore comunale all'Educazione nella Sala del Consiglio Comunale, dove incontreranno il presidente della Lega Nazionale avv. Paolo Sardos Albertini e il dott. Andrea Vezzà responsabile del suddetto Progetto per i giovani ”Le tracce del Ricordo”. Particolarmente numerosa sabato a Basovizza sarà anche la rappresentanza degli Alpini dell'ANA con l'annunciata presenza di ben 800 “penne nere” di 24 Sezioni di tutta Italia assieme al Presidente e al Labaro Nazionale dell'Associazione.

Va ancora ricordato che la Lega Nazionale anche quest'anno ha curato, in collaborazione con la Trieste Trasporti, la messa a disposizione di autobus gratuiti per i cittadini che volessero presenziare alla solenne cerimonia, con partenza alle ore 9.30 di sabato, da piazza Oberdan, lato Consiglio Regionale, e ritorno in città a fine cerimonia (da Basovizza alle ore 12/12.30). Da rilevare che a partire da quest'anno, per motivi organizzativi, la consueta, collegata e più breve cerimonia alla Foiba di Monrupino si terrà prima di quella principale alla Foiba di Basovizza, e cioè alle ore 9.30, anche qui alla presenza delle Autorità e con la deposizione di corone commemorative.

E ancora che già domani mattina, venerdì 9, avrà luogo la deposizione di corone in memoria di questi avvenimenti in alcuni siti cittadini, e cioè alle ore 10.30 al Monumento all’Esodo in piazza Libertà e alle ore 11 al Monumento ai Caduti sul Colle di San Giusto. A entrambe sarà presente per l'Amministrazione Comunale l'Assessore all'Educazione. Come detto, le vicende e le tematiche legate al Giorno del Ricordo saranno anche successivamente rievocate e approfondite con una nutrita serie di appuntamenti, conferenze e visite guidate che proseguiranno fino all'incontro conclusivo di sabato 3 marzo al Magazzino 26 del Porto Vecchio (alle ore 18, su “Voci dalla foiba. Musica e poesia per non dimenticare”, con Elisa Manzutto (arpa), Elisabetta Vegliach (soprano) e Giacomo Segulia (voce recitante), a cura della Lega Nazionale con la collaborazione dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Impennata di contagi in Croazia: crescita del 30% in una settimana

  • Cronaca

    Forze dell'ordine a Cattinara: al via l'operazione vaccini

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento