Cronaca

Le indagini per l'omicidio Regeni verso l'archiviazione, la famiglia: "Notizia terribile"

L'ipotesi è emersa nei giorni scorsi e ha prodotto sgomento tra i famigliari del giovane ricercatore friulano ucciso a Il Cairo quattro anni fa

L'indagine sull'omicidio di Giulio Regeni potrebbe essere archiviata. Il fulmine a ciel sereno per quanto riguarda il caso del brutale assassinio del ricercatore friulano ucciso in Egitto quattro anni fa è arrivato nei giorni scorsi e ha prodotto la reazione della famiglia e di parte della politica. Secondo la Rai i motivi alla base della possibile e clamorosa decisione sarebbero da ricercare nell'assenza di risposte provenienti dalla rogatoria internazionale. 

Il commento politico

Nei giorni in cui il governo italiano conclude una "maxi vendita di navi da guerra" a Il Cairo, ecco che per la famiglia di Giulio arriva quella che potrebbe mettere la parola fine, dal punto di vista giudiziario, alla terribile vicenda del giovane originario di Fiumicello. Ad intervenire nel dibattito è stato anche il consigliere regionale di Open Fvg Furio Honsell che, sollecitando un impegno da parte della giunta Fedriga, ha indicato come "agghiacciante" il fatto che l'Italia preferisca "non avere ostacoli nella vendita di armi piuttosto che promuovere i diritti umani". 

"Vogliamo verità fino alla fine"

La famiglia Regeni ha commentato il possibile scenario con parole dure. "L'archiviazione sarebbe una cosa terribile, significherebbe che non viviamo più in un Paese democratico". Stanchi dei depistaggi, i genitori di Giulio hanno fatto sapere che "il richiamo dell'ambasciatore sarebbe un segnale forte" per esercitare "tutta la pressione affinché si arrivi alla verità e alla giustizia. Non ci accontentiamo di una verità di comodo, vogliamo verità fino alla fine" hanno concluso i genitori di Giulio Regeni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le indagini per l'omicidio Regeni verso l'archiviazione, la famiglia: "Notizia terribile"

TriestePrima è in caricamento