Cronaca

Estate da protezione totale, la Guardia Costiera torna con l'operazione "Mare Sicuro"

Fino al 15 settembre saranno circa 150 gli uomini e le donne della Capitaneria di Porto che garantiranno la sicurezza di tutte le attività estive

E' iniziata questa settimana e durerà fino al 15 settembre l'edizione 2020 dell'operazione "Mare Sicuro", attività messa in campo dalla Capitaneria di porto di Trieste al fine di "garantire la sicurezza delle attività turistico-nautiche e la salvaguardia della vita umana in mare nel corso della stagione balneare". Alla conferenza stampa di presentazione svoltasi oggi pomerggio è intervenuto il nuovo comandante della Capitaneria giuliana, il capitano di vascello Vincenzo Vitale subentrato all'ammiraglio Luca Sancilio la scorsa settimana. 

Mare Sicuro: l'operazione

L'operazione sarà condotta da pattuglie terrestri e motovedette delle Capitanerie di porto di Trieste, Monfalcone, Grado, Porto Nogaro e Lignano Sabbiadoro, sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Trieste. A protezione delle acque regionali ci saranno tredici mezzi nautici per un turnover totale che coinvolgerà circa 150 tra uomini e donne della Guardia Costiera. Tra i mezzi in dotazione anche quattro gommoni veloci "che potranno avvicinarsi a pochi metri da riva" al fine di evitare che imbarcazioni, kite-surf o le cosiddette "unità veloci", entrino nella fascia riservata alla balneazione. Per quanto riguarda il litorale triestino il limite è di 200 metri, mentre per Grado e Lignano le imbarcazioni devono sostare a 400 metri dalla riva. 

Sicurezza prima di tutto

L'obiettivo principale di "Mare Sicuro", come ricordato dal capitano Vitale, è quello di "garantire una forte attività di prevenzione degli incidenti e di vigilanza per il sicuro ed ordinato svolgimento della balneazione e del turismo nautico". Nel dettaglio, la Guardia Costiera è operativa 24 ore su 24 affinché le attività estive si svolgano in sicurezza, intervenendo a supporto di chi generalmente si trova in mare e mettendo a disposizione della cittadinanza il 1530, numero di telefono dedicato dove poter segnalare una situazione di pericolo direttamente alla sala operativa. 

La collaborazione con la Croce Rossa 

In conclusione, sulla falsa riga delle precedenti stagioni anche per quanto riguarda i festivi e prefestivi di luglio e agosto, la Guardia Costiera potrà contare sulla collaborazione del soccorso sanitario di caso di emergenza. A bordo della motovedetta Sar di Trieste verranno imbarcate le squadre degli Operatori Polivalenti Salvataggio in Acqua della Croce Rossa Italiana. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate da protezione totale, la Guardia Costiera torna con l'operazione "Mare Sicuro"

TriestePrima è in caricamento