Una borsa in omaggio a chi porterà i rifiuti nei centri di raccolta

Si chiama "Operazione recupero" ed è la nuova iniziativa a favore dei Centri di Raccolta realizzata da AcegaApsAmga e Comune di Trieste. Dal 15 aprile, al 3° conferimento il cittadino potrà richiedere una borsa per lo shopping in materiale riciclato della sartoria sociale Lister

“Operazione recupero: un omaggio per dare più valore ai rifiuti” è il titolo di una nuova iniziativa a favore dei Centri di Raccolta realizzata da AcegaApsAmga e Comune di Trieste che è stata presentata oggi in Municipio dall’assessore comunale all’Urbanistica, Ambiente Città e Territorio e dal responsabile dei Servizi Ambientali AcegasApsAmga Giovanni Piccoli. Presente anche il vicepresidente della Sartoria sociale Lister Giuseppe Rosati.

A partire dal 15 aprile, recandosi presso uno qualsiasi dei centri di raccolta presenti sul territorio comunale triestino, i cittadini riceveranno una tessera punti di Operazione Recupero. Questa, venendo conservata, potrà essere timbrata dallo staff della multiutility quando il cittadino si recherà nuovamente a uno dei centri per un altro conferimento: una volta collezionati 3 timbri sulla tessera questa potrà essere consegnata agli addetti del centro di raccolta per ricevere in cambio una borsa unica, in quanto realizzata dalla sartoria sociale Lister.

Un omaggio che vuole richiamare a sua volta il percorso virtuoso dell’economia circolare, per il quale “da cosa nasce cosa”: la sartoria sociale Lister, infatti, realizza oggetti di vario genere, tra cui borse, a partire da materiali riciclati, come striscioni in pvc o tele di ombrelli rotti.

L’iniziativa sarà valida fino a esaurimento scorte (1000 le borse disponibili) e per permettere una migliore fruizione dell’iniziativa ogni triestino potrà ricevere fino a 2 borse ciascuno. I Centri di raccolta – è stato spiegato - nascono allo scopo di integrare le raccolte stradali, permettendo di conferire quelle tipologie di rifiuti che, per le loro caratteristiche, richiedono una diversa gestione e raccolta. Si tratta infatti per lo più di materiali che contengono sostanze estremamente inquinanti e dannose per l’ambiente, se non preziose e quindi riciclabili: perciò è importante non disperderli o evitare di conferirli nei contenitori per l’indifferenziato. Una soluzione pratica può essere quella di conservare i diversi materiali (es: tenere l’olio esausto in una bottiglia o raccogliere insieme gli spray consumati in spazi come uno sgabuzzino, sotto il lavandino o il vano contatori) e consegnarli tutti in una volta quando se ne siano raccolti molti, evitando così il disagio di doversi recare troppo spesso al centro. Inoltre il servizio è riservato ai soli privati cittadini che possono conferire gratuitamente i propri rifiuti, diversamente ditte e associazioni devono rivolgersi ad aziende specializzate per lo smaltimento di eventuali scarti.

Il 28% dei rifiuti della differenziata provengono dai Centri di raccolta, ha spiegato Piccoli, e con questa operazione vogliamo riuscire a sensibilizzare i cittadini incoraggiandoli a comportamenti virtuosi a beneficio di tutta la comunità e dell’ambiente. Nel 2018 sono stati contati 128 mila accessi ai Centri, in particolare in quello di San Giacomo, di via Carbonara. Mentre i rifiuti abbandonati sulla strada sono stati ben 26 mila.

 Indirizzi e orari dei centri di raccolta: sul territorio comunale sono presenti 4 centri di raccolta distribuiti capillarmente in città: l’Operazione Recupero è valida in uno qualunque dei seguenti Centri: San Giacomo: Via Carbonara 3 – aperto dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00, domenica dalle 9.00 alle 13.00; Roiano: Via Valmartinaga 10 – aperto dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00; Opicina: Strada per Vienna 84/a – aperto dal lunedì al sabato 9.00 alle 19.00 Campo Marzio: Via Giulio Cesare 10 – aperto dal lunedì al sabato dalle ore 6.00 alle 11.00 e dalle ore 14.00 alle 19.00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento