Lunedì riaprono teatri, cinema e residenze universitarie: la nuova ordinanza di Fedriga

L'ordinanza contingibile e urgente numero 17 avrà validità dal 15 al 30 giugno. Dal 19 giugno via libera anche alle discoteche

Il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha emanato l'ordinanza contingibile e urgente numero 17, recante ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. L'atto amministrativo, che avrà validità dal 15 al 30 giugno prossimi, dispone l'accesso ai bambini e ragazzi a luoghi destinati ad attività ludico, ricreative ed educative, anche non formali, al chiuso o all'aria aperta, con l'ausilio di operatori cui affidarli in custodia e con l'obbligo di adottare appositi protocolli di sicurezza predisposti con le linee guida contenute nel DPCM dell' 11 giugno 2020. L'ordinanza consente inoltre, per motivate esigenze connesse al percorso di studio, il rientro e la permanenza nelle residenze universitarie da parte degli assegnatari di posti alloggio.

Leggi il testo dell'ordinanza

Ad integrazione dell'ordinanza n.16 del 3 giugno scorso, il provvedimento che entrerà in vigore il 15 giugno consentirà poi la riapertura anche delle sale giochi, sale scommesse, sale bingo e sale slot. Potranno riprendere poi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto nonché fiere e congressi. Infine dal 19 giugno sarà dato il via libera anche allo svolgimento delle attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento