Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Polizia, report del 169esimo anniversario: in un anno oltre 3300 migranti rintracciati

Un anno segnato dalla pandemia, sanzionate oltre 1200 persone e denunciate oltre 200 per violazione dell'isolamento. Il riassunto di tutte le attività dell'ultimo anno

Nel celebrare il 169esimo anniversario della fondazione della Polizia di Stato, il 10 aprile 2021, la Questura di Trieste diffonde un report annuale, che riassume l’attività del Corpo dal primo aprile del 2020 al 10 marzo del 2021. Il 169 anni sono state molte le rivoluzioni interne alla Polizia di Stato, tra cui la smilitarizzazione dei ruoli, la democratizzazione interni, la sindacalizzazione, e da 60 anni l’ingresso delle donne tra il personale di qualunque ordine e grado. Di seguito il report dell’attività annuale a Trieste e nella sua provincia in un anno fortemente segnato dalla pandemia:

Arrestati e Denunciati

I meri dati statistici della Questura parlano di 158 persone arrestate nel periodo compreso tra il 1° aprile 2020 e il 10 marzo 2021 e di 3.215 indagate in stato di libertà.

Gestione emergenza Covid

Nel periodo citato glioperatori della Polizia di Stato hanno controllato 115648 persone. Sono state sanzionate 1247 persone, mentre 227 sono state quelle denunciate per essersi sottratte all’isolamento fiduciario e 28 per aver rilasciato false dichiarazioni sulla propria identità. 11556 sono stati gli esercizi commerciali controllati e 24 i titolari-gestori sanzionati per l’inosservanza della normativa. 4 esercizi commerciali sono stati chiusi e 4 sottoposti a chiusura provvisoria nei primi tre mesi di quest’anno. La Polizia di Stato ha partecipato anche alla gestione della campagna vaccinale.

Upgsp e Nucleo Regionale Artificieri

Quasi 30mila le chiamate al Nue 112 NUE e gli equipaggi dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico (Upgsp) hanno effettuato 7.574 interventi, identificato 22.643 persone, arrestandone 45 e indagandone 1.189. Inglobato nell’Upgsp il Nucleo degli Artificieri, che si occupa della bonifica di aree e siti dove si svolgono manifestazioni o eventi nonché della messa in sicurezza di ordigni e residui bellici.

Divisione Anticrimine

La Divisione Anticrimine ha notificato 49 Avvisi Orali, 4 Avvisi Orali con prescrizione, 25 Fogli di via obbligatori, 21 Da.Spo urbani e 2 Da.spo sportivi, mentre il Gabinetto Polizia Scientifica ha effettuato 2.849 rilievi fotosegnaletici e 138 sopralluoghi, concorrendo a 156 servizi di Ordine Pubblico e di Polizia Giudiziaria. La divisione si è occupata anche di verificare le dichiarazioni contenute nelle autocertificazioni per giustificare gli spostamenti secondo la normativa antipandemica, della campagna contro la violenza sulle donne “Questo non è amore”, e ha realizzato un video-tutorial per l’utilizzo dell’App Youpol, nata per le segnalazioni di bullismo, spaccio e violenza. 

Divisione Polizia Amministrativa e Sociale

La Divisione Polizia Amministrativa e Sociale ha rilasciato 2.162 passaporti; 168 le armi ritirate e 25 Carte europee d’arma da fuoco rilasciate; 9.913 gli esercizi pubblici controllati, di cui 141 sanzionati e 7 le sospensioni ex art. 100 Tulps. 5.996 i permessi di soggiorno rilasciati e 66 le espulsioni eseguite nei confronti di cittadini stranieri mentre 8 sono stati gli allontanamenti di cittadini comunitari eseguiti.  

Digos

Da ricordare l’attività informativa e di intelligence della Divisione Investigazioni Generali Operazioni Speciali (Digos), che il 23 febbraio ha emesso ordinanze di custodia cautelare nei confronti di un’organizzazione criminale, finalizzata all’ingresso e al transito in territorio nazionale di immigrati irregolari, a scopo di lucro. 

Da segnalare inoltre l’attività investigativa con perquisizione seguita all’irruzione in consiglio regionale di dieci militanti di CasaPound, riconosciuti come gli autori dell’interruzione di pubblico servizio. La Digos ha inoltre garantito la sicurezza durante importanti eventi pubblici quali la visita del presidente Mattarella per la cessione del Narodni Dom e la kermesse “Esof 2020”. Individuato, infine, l’autore di due meditati danneggiamenti alla Sinagoga di Trieste

Squadra Mobile

La posizione di confine del territorio provinciale ha portato ad affinare le attività di contrasto alla cosiddetta criminalità transfrontaliera, in collaborazione con il Settore di Polizia di Frontiera Terrestre. Oltre a una serie di reati predatori e in materia di droga, è stata significativa l’incidenza di reati contro la persona, che ha visto la commissione di alcuni tentati omicidi; molteplici sono state, nel corso del periodo le investigazioni svolte in materia di cosiddette fasce deboli, per la repressione dei reati di maltrattamento in famiglia, atti persecutori, violenze sessuali ed altro. La Squadra Mobile ha arrestato 108persone (53 per stupefacenti e 14 per reati contro il patrimonio) indagandone 239, rispetto ai 91 e ai 137 soggetti dell’anno precedente.  

Tra le principali attività svolte dalla Squadra Mobile nel periodo di riferimento, si ricorda l’operazione “Eat Enjoy”, che ha acclarato l’operatività di un gruppo albanese dedito allo smercio di cocaina in gran parte della penisola per conto di un sodalizio criminale di origini albanesi, con base operativa nella città di Rotterdam. Eseguiti una trentina di arresti. Sempre nel 2020 sono stati arrestati due triestini, uno dei quali titolare di un bar sito nel centro di Trieste, con il sequestro di 350 grammi circa di marijuana e la somma di circa 14.700 euro. La Squadra Mobile si è resa anche protagonista dell’arresto di due spacciatori, tra cui l’avvocato Pironti, con il relativo inseguimento a Barcola la scorsa estate.

Commissariati distaccati e sezionali

Per quanto riguarda i Commissariati, distaccati e sezionali, il “Polo San Sabba”, (tramite il Commissariato di San Sabba, l’Ufficio Sezionale di Rozzol Melara e il Posto Fisso di Cattinara), ha trattato la materia dei soggetti deboli e, in particolare, del “Codice Rosso”, eseguendo 10 ordinanze di custodia cautelare e 3 procedimenti penali che si sono conclusi con gli arresti domiciliari degli indagati. Strategici anche i ruoli del Commissariato di Duino Aurisina e i servizi ciclo-montati del Commissariato e dell’Upgsp in zona Opicina, Barcola e Sistiana durante la stagione primaverile ed estiva 2020. Importante l’attività del personale del Commissariato distaccato di Muggia, anche per il contrasto dell’immigrazione irregolare, e del Commissariato di Opicina, punto di riferimento per l’utenza residente sull’Altipiano.

Ufficio Sanitario della Polizia di Stato

Ritornando alla pandemia, preme sottolineare l’importante attività svolta nella quotidianità dai Medici e dalla struttura sanitaria della Polizia di Stato, investiti da un notevole carico di lavoro nell’ultimo anno, anche in merito alla campagna vaccinale. 

Settore Polizia di Frontiera, Polizia di Frontiera Marittima. Gestione dei flussi migratori

Il Settore Polizia di Frontiera di Trieste ha arrestato in flagranza di reato 42persone per il favoreggiamento all’immigrazione irregolare. 3394 i migranti rintracciati a ridosso della fascia confinaria (tra questi, 1595 gli afghani, seguiti da 1165 pakistani). Significativa anche l’attività svolta dalla Frontiera Marittima di Trieste, che ha indagato 130persone in stato di libertà e ha respinto alla frontiera 49persone, rintracciando 72stranieri irregolari. Importante è l’attività di controllo effettuata per lo più nei confronti dei marittimi e dei passeggeri in arrivo dalla Turchia a bordo dei traghetti e delle navi di linea.

Polizia Postale e delle Comunicazioni

Il Compartimento Polizia Postale e della Comunicazioni per il Friuli-Venezia Giulia, Ufficio ha intensificato il monitoraggio della rete per scongiurare l’aumento di reati relativi allo sfruttamento sessuale dei minori online, determinato dalle misure restrittive assunte. Sono stati monitorati più di 5000 spazi virtuali, di cui alcuni inseriti in black list (dunque resi irraggiungibili dalle connessioni effettuate sul territorio italiano), denunciate 25 persone e una arrestata. Complessivamente sono state denunciate 74 persone sia per reati contro la persona che contro il patrimonio come le truffe online, le frode informatiche, gli accessi abusivi al sistema informatico nonché altri reati connessi agli attacchi cibernetici alle aziende. 

Polizia Stradale 

Sono stati 2 gli arrestati e 62 gli indagati dalla Sezione Polizia Stradale di Trieste, a fronte di 10427 veicoli controllati e 6717 contravvenzioni accertate. A tal proposito si ricorda la recente attività di controllo di veicoli adibiti al trasporto di animali vivi provenienti dai Paesi dell’Est. Sono state 40 le contravvenzioni elevate, di cui 24 quelle accertate sulla specifica normativa.

Polizia Ferroviaria

267le persone indagate e 3arrestate dal Reparto operativo Trieste Centrale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Friuli-Venezia Giulia. Molte le operazioni denominate “Alto Impatto” e i “Rail Safe Day”, finalizzati a prevenire comportamenti impropri o anomali, spesso causa di investimenti, così come attenzione rivolta al trasporto delle merci e all’attività di contrasto ai furti di rame denominata “Oro Rosso”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia, report del 169esimo anniversario: in un anno oltre 3300 migranti rintracciati

TriestePrima è in caricamento